La Gd prepara il ritorno europeo della telefonia di Panasonic

NewsProdotti

E’ dal 2006 che Panasonic aveva deciso di sospendere il segmento mobile phone in Europa. Da ieri è tornata con il nuovo brand Eluga e uno smartphone distribuito per ora da Mediamarket e in divenire dalle altre catene della Gdo e Gds. Per i ditributori Tlc ancora un punto interrogativo

Panasonic ritorna nel mondo mobile europeo con il lancio del nuovo smartphone Eluga. Dopo le anticipazioni di febbraio 2012, da ieri il nuovo prodotto e la conferma europea sono realtà.

Nella cornice dell’Acquaworld di Concorezzo, alle porte di Milano, la società ha presentato il nuovo telefono frutto di una ricerca mai interrotta sia in Giappone sia nella stessa Europa, come ha ricordato Eleonora Masu, product marketing manager Panasonic Italia per i prodotti mobile.

Siamo usciti dal mercato europeo della telefonia mobile nel 2006 – spiega – e oggi siamo ritornati, anche se Panasonic è sempre stata forte in Giappone, nonostante la decisione di uscire dal mercato europeo del mobile. Siamo tornati in Europa perché pensiamo di avere il prodotto giusto che si sposa bene con il sistema operativo Android, ora forte anche in Europa.  Eluga significa Elegant user gateway e Panasonic ha deciso di puntare sia sulla tecnologia sia sul design. E’ dotato di sistema operativo Android 2.5 che sarà upgradabile con il 4.0, pesa 103 grammi, è waterproof resistendo in un metro d’acqua per 30 minuti e resiste alla polvere. Il telefono è tutto display 4.3 pollici oled che prende tutto il telefono”.

Il nuovo smartphone è frutto di uno studio di design creato apposta per il mercato europeo da uno studio di design che opera sia in Giappone sia in Europa. “Lo smartphone è prettamente consumer ma potenzialmente potrebbe allargarsi anche al mondo professionale e allargheremo gli accordi a tutti gli operatori telefonici”, ricorda  Masu.

A livello distributivo, Eluga è disponibile presso i punti vendita Mediamarket “e in prospettiva allargheremo alle altre catene della Gdo e Gds per il mercato consumer. Per quanto riguarda i distributori tradizionali di Tlc stiamo ancora valutando, ma il progetto è in divenire, così come siamo ancora in fase di decisione se andare o meno sul canale di vendita online”.
Sul fronte del presso, Masu fa sapere di essere su una fascia medio-alta. Il telefono è suggerito al pubblico per 429 euro Iva inclusa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore