La sicurezza targata Siemens

News

Si è svolto a Milano il Siemens security day, un evento interamente dedicato alla sicurezza, a 360 gradi.

Percezione della sicurezza, gestione della stessa nelle aziende e nel pubblico, quale ruolo svolge la tecnologia e come è possibile conciliare la sicurezza con la privacy. Questi i temi affrontati nel corso del Siemens security day svoltosi a Milano, una giornata di discussione per affrontare il tema della sicurezza sotto il punto di vista sociale, informatico, industriale ed economico. Nel corso dell’incontro è stata presentata la ricerca svolta da Renato Mannheimer: “I cittadini e la sicurezza”, su un campione rappresentativo di oltre tremila persone adulte. Dallo studio emerge una profonda insicurezza da parte del 90% degli intervistati, dovuta soprattutto all’instabilità economica, più che alla situazione di conflitti internazionali. Il 55% ha dichiarato di vedere con favore l’utilizzo di telecamere o personale di vigilanza negli ambienti considerati poco sicuri, In primis, stazioni e aeroporti. L’84% sostiene che preferisce sacrificare la propria privacy a fronte di una maggiore tranquillità.
Anche le aziende non sono indifferenti al tema. In alcune interviste condotte da Sirmi per conto di NetIQ, emerge che il 93% delle imprese, sia pubbliche che private, ritengono indispensabile avere una corretta gestione della sicurezza e regole precise. In Italia il settore ha una importanza rilevante. Attualmente supera i tre miliardi di euro e gli esperti stimano che fino al 2008 ci sarà una crescita compresa tra l’8 e il 10%. Il segmento più rilevante è quello relativo alla sicurezza fisica (beni e persone con soluzioni di safety, controllo accessi, sorveglianza e sistemi anti-intrusione) che pesa per 1.650 milioni di euro; seguita dalla sicurezza operativa che include i processi di business, tra cui la protezione del know how e la proprietà intellettuale, e la gestione delle frodi, che nel nostro paese conta per 800 milioni di euro. Al terzo posto c’è la sicurezza Ict (gestione della riservatezza e dell’integrità delle informazioni, quali la sicurezza applicativa e dei dati, la sicurezza delle reti e la business continuity) il cui valore è stimato in 560 milioni di euro. Per questo segmento si prevede la crescita più consistente: +19% entro il 2008.
Il gruppo Siemens si pone come valido interlocutore per affrontare i problemi legati alla sicurezza. In chiusura della giornata, Patrizia Grieco, amministratore delegato di Siemens Informatica, ha sottolineato l’impegno della sua azienda per lo sviluppo di soluzioni innovative e affidabili.