La specializzazione è strategica per Symantec

Strategie

Il lancio del nuovo Symantec Partner Program è previsto per l’ultimo trimestre del 2010, ma l’annuncio anticipato nasce dal desiderio di  offrire ai partner il tempo necessario per capire le nuove specializzazioni, necessarie. Ne parliamo con Jason Ellis, vice president Channel Emea di Symantec

Al centro del nuovo programma di canale, che Symantec ha annunciato in primavera, ci sono le competenze dei partner, sulle quali costruire la strategia di collaborazione per il 2010. Un programma che andrà a regime nei prossimi mesi e che vede Jason Ellis, vice president  Channel  Emea di Symantec, impegnato a livello europeo per  implementarlo nel migliore dei modi: l’intento è quello di conferire ai partner maggiori possibilità di crescita e di guadagno in un anno difficile per le aziende. Puntando sulle specializzazioni.

Jason Ellis, vice president  Channel  Emea di Symantec

Il lancio del nuovo Symantec Partner Program è previsto per l’ultimo trimestre del 2010 e l’annuncio anticipato nasce dal desiderio di Symantec  di  offrire ai partner il tempo necessario per capire i miglioramenti che il programma  apporterà e in che modo acquisire le nuove specializzazioni, necessarie per tutti i livelli di partner (Platinum, Gold, Silver – tranne per i Registered).

Stiamo chiedendo ai partner di investire nelle loro competenze secondo il loro core business – racconta Ellis, in una intervista a Channel Insider – e questo significa focalizzare la loro attenzione su una o più aree: possono scegliere di essere Solution Specialist, oppure partner competenti per il mercati small business o grandi aziende. Per quanto riguarda le Soluzioni, ci saranno specializzazioni che riguardano i portafogli prodotti di Sicurezza e Storage. Mentre i  partner con competenze specifiche nei mercati pmi e grandi aziende avranno programmi dedicati sui quali stiamo lavorando”.

Attualmente sono disponibili otto specializzazioni raggruppate in due categorie principali: Sicurezza (Sicurezza enterprise di base, Conformità IT, Prevenzione della perdita di dati, Gestione degli endpoint) e Storage (Protezione dei dati, Archiviazione e eDiscovery, Gestione dello storage, Alta disponibilità). I requisiti minimi previsti per ogni specializzazione variano a seconda della regione e sono disponibili in PartnerNet.

Symantec sta lavorando anche sull’aspetto dei ritorni per il canale.  “Per i Solution Specialists, ci saranno opportunità di rebate per i nuovi business – precisa Ellis -;  per  i partner Small Business, prevediamo nuovi sconti a fronte di i nuovi clienti;  per i partner dedicati ai Large Corporate, offriremo incentivi in base al volume del fatturato raccolti. I benefici saranno elargiti in base alle specializzazioni e al livello raggiunto  del Partner Program. La chiave di volta del nuovo programma è proprio questa:  molti benefici saranno conferiti  in base al livello di specializzazione dei partner, permettendo loro di avere un immediato ritorno degli investimenti”.
E continua:  “Il nostro programma di rebate prevede  benefici finanziari facilmente calcolabili su base mensile per aiutare la liquidità dei clienti. Stiamo, inoltre, sviluppando nuovi programmi che prevedano sconti aggiuntivi per i nuovi clienti nel segmento delle piccole e medie imprese. Entrambi questi programmi permettono ai nostri partner di avere margini significativi e opportunità oltre a  un ritorno di profittabilità dei loro investimenti”.

In Emea, circa il 90% del fatturato di Symantec transita dal partner di canale. “I nostri channel partner – incalza Ellis –  solo la chiave del nostro business, come ha recentemente ricordato il nostro Ceo Enrique Salem, e questo spiega il perché stiamo investendo nel nuovo  programma. Symantec è un vendor canale-centrico e ci aspettiamo che le competenze del nostro canale e i nostri investimenti miglioreranno la loro profittabilità”.  Un impegno non indifferente per Symantec, ma anche per il canale.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore