La tecnologia Kvm secondo Aten

Strategie

La società taiwanese, che in Italia punta a una distribuzione sempre più capillare e presenta due nuovi switch progettati per quanti lavorano in ambienti Soho e per gli appassionati di tecnologia

Aten International, società fornitrice di soluzioni di connettività, ha presentato i nuovi switch Kvm (Keyboard, video and mouse) Master View CS-1772 e CS-1774 Kvme (Ethernet) con 2 e 4 porte Ethernet e Usb integrate, progettati per chi usa più piattaforme, per ambienti Soho in rapido sviluppo e per gli appassionati di tecnologia. Dal design compatto (il CS-1772 occupa 210 x 88 x 55 mm di scrivania mentre il CS-1774 misura 270 x 88 x 55 mm), i nuovi switch impiegano tasti sul pannello frontale e supportano la funzione di scorciatoia da tastiera per passare da un computer all’altro, rendendo il cambio di piattaforma (Pc, Mac, Sun, Linux) più veloce. La tecnologia di emulazione DDC2B (Display Data Channel) integrata vuol garantire che non ci siano perdite nel segnale video durante la procedura di switching. Gli utenti possono condividere le informazioni tra i vari computer tramite l’accesso alle varie periferiche collegate, come fotocamere digitali, iPod o stampanti, partendo da qualsiasi computer. “La tecnologia Kvm è una grossa opportunità, dal momento che il mercato It è cambiato sono mutate le esigenze degli utenti”, spiega Siimon Tsai, Vice President of Sales Department di Aten International. “Secondo una ricerca Vdc (Venture Development Corporation), il mercato mondiale dei prodotti Kvm, dal valore di 665 milioni di dollari a fine 2004, raggiungerà i 927 milioni entro il 2006”. I prodotti Aten sono importati in Italia tramite Flag, società fondata nel 1999 da quattro distributori (Az Elettronica, Elco Elettronica, Gpl, Mari) per centralizzare gli acquisti dal Far East, con cui l’azienda taiwanese ha siglato un anno fa un accordo di distribuzione in esclusiva, considerandola un riferimento strategico per la diffusione della tecnologia Kvm. “Ora l’obiettivo è quello di accrescere sempre più la visibilità dei prodotti Aten in Italia”, dice Giuseppe Piacenza, fondatore di Flag. Dopo una prima fase di start up, in cui i prodotti Aten sono stati commercializzati tramite agenti di vendita, l’intenzione è quella di rendere la distribuzione sempre più capillare. L’obiettivo è di ampliare la rete di accordi con distributori locali, pluriregionali e in un futuro non lontano nazionali, orientati all’accessoristica e al networking per raggiungere in particolare l’utenza dei professionisti.