La vendita di sicurezza a canone piace a Panda Security

News

A Panda Security piace un modello  di vendita di sicurezza a canone, puro servizio via Web. Con Virtual GateDefender Performa punta anche alla protezione delle infrastrutture con appliance virtuali

Facendo  il passaggio dalla appliance fisica a  quella virtuale Panda Security ha realizzato la soluzione Virtual GateDefender Performa, studiata per la sicurezza delle  infrastrutture IT virtualizzate con VMware. La soluzione fa uso di una cloud ibrida, che permette di aumentare la capacità di protezione con un utilizzo minimo delle risorse di computing, e consente scalabilità fino a 10mila utenti attraverso un’ appliance virtuale gestita tramite una  interfaccia di tipo Web. Sfrutta le capacità di rilevamento di minacce “in the cloud” mantenendo però tutto il controllo tipico della soluzione on-premises.

L’obiettivo di Panda resta la protezione del  perimetro aziendale.
Come ha ricordato, in sede di presentazione del prodotto, Domenico Fusco, direttore vendite Italia di Panda Security, la cloud ibrida utilizzata dalla nuova appliance virtuale combina una cloud privata, ospitata su una rete privata che fornisce il servizio a  GateDefender Performa con una cloud pubblica che garantisce servizi a una rete globale e alla cloud privata. Si tratta di quella rete di rilevamento mondiale che in Panda  definiscono di Intelligenza Collettiva.

In un mercato  italiano in cui sono offerti 39 diversi antivirus ( anche Panda presenterà a giorni la nuova suite per il mondo consumer) Fusco  ha messo  in luce il valore di una soluzione di Secure Content Management (SCM) che soddisfa le esigenze operative degli ambienti virtualizzati e segnala un interesse sempre maggiore  di Panda per il mondo aziendale.
“Fin dal 2007, Panda Security ha avviato una soluzione basata sulla modalità ‘from the cloud’ che oggi fa parte dell’offerta come un vero e proprio servizio di protezione globale dai rischi e dalle minacce fornito in modalità SaaS”, sottolinea  Fusco.
In questo scenario, l’affermarsi dei paradigmi del cloud computing rappresenta un’opportunità che Panda Security ha saputo cogliere, anche con Cloud Office Protection.

Infatti Virtual GateDefender Performa è già nel listino di Panda insieme a  Cloud Office Protection, una soluzione di sicurezza basata su cloud per la protezione degli endpoint aziendali: “Tutto viene erogato tramite cloud, senza che sia necessario un server ad hoc in azienda – precisa Fusco. I clienti si sentono così più tutelati, grazie anche al collegamento diretto con i laboratori di Panda Security”.

Cloud Office Protection prevede anche una modalità di gestione dedicata agli Internet Service Provider completamente basata sul cloud in quanto la protezione viene fornita come servizio in modalità SaaS (nel senso di Security as a Service). “Il servizio può essere attivato immediatamente, anche via mail, ed essendo erogato tramite la cloud è scalabile in base al crescere delle esigenze”, sottolinea Fusco. Una Web Console ISP permette di controllare in maniera centralizzata la sicurezza di tutti i computer da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, assicurando la protezione dalle minacce derivanti dai malware e l’eliminazione dello spam.

Ma va anche sottolineato come l’affermarsi dei paradigmi del cloud offra sempre più opportunità anche per i partner: “Abbiamo studiato un listino mensile per i reseller che tiene conto della fascia di attivazioni effettuate ogni mese, con una fatturazione espressa in dodicesimi. I vantaggi di questo modello “Pay for use”  sono notevoli sia per i partner sia per i clienti, e rappresenta un ottimo esempio di come il cloud renda possibili anche nuovi servizi prima impensabili”, ha concluso Fusco.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore