L’e-commerce cresce in Italia e Movincom punta sui pagamenti via cellulare

News

Movincom  permette alle aziende consorziate  di ricevere  pagamenti  da cellulare. Il  circuito di acquisto realizzato da Movincom  si chiama Bemoov

Cresce l’e-commerce in Italia e cominciano ad affacciarsi sul mercato già abbastanza frantumato anche alcune esperienze di applicazioni di mobile remote payment.

E’ infatti già possibile un primo consuntivo a sei mesi di vita da parte del consorzio Movincom in cui i merchant ( esercenti ) sono anche soci e sono attivi anche sul canale mobile. Come spiega Enrico Sponza , vice presidente del consorzio e amministratore delegato di Movincom Servizi, Movincom permette alle aziende consorziate di ricevere pagamenti da cellulare.

Il consorzio rappresenta oltre 750 servizi operativi con differenti categorie merceologiche , dove però hanno la parte de leone i servizi legati alla sosta a e ai parcheggi, mentre stanno prendendo il via attività di pagamento legate all’assicurazione, al turismo e alla biglietteria teatrale o di eventi.

Movincom Servizi è la società operativa del consorzio che ha sviluppato la piattaforma tecnologica Movinbox in grado di abilitare acquisiti e pagamenti via cellulare in circolarità attraverso il servizio Bemoov. Al di là delle sigle il nucleo dello sviluppo di questo tipo di esperienza sta nell’integrazione della piattaforma tecnologica con le applicazioni realizzate direttamente o attraverso partner dagli esercenti e nel supporto degli operatori di pagamento aderenti .

Il circuito di acquisto tramite telefono cellulare realizzato da Movincom si chiama Bemoov (www.bemoov.it). A livello tecnologico va detto che si tratta di una piattaforma tutta italiana che oltre ad abilitare i merchant “ è trasversale alle banche e opera secondo un modello che rispetta perfettamente le linee guida pubblicate dal Mobey Forum per conto dell’European Payment Council e dalla Open Mobile Alliance.

Il cliente che intende effettuare acquisti in mobilità dopo l’iscrizione gratuita al sito Bemoov dovrà inviare un SMS o scaricare la specifica applicazione che ciascun esercente rende disponibile, per poter ricevere il bene o il servizio desiderato.

La semplicità della modalità di pagamento, che salvaguarda la sicurezza con un’autenticazione forte , è basata sull’unica preventiva registrazione web a cura del cliente, che consente di associare la carta di pagamento emessa da qualunque banca (circuito VISA e MasterCard) al telefono cellulare. Oggi questa fase è curata e gestita da Banca Popolare di Sondrio, che per prima completato l’attività di integrazione a Movincom, consentendo l’iscrizione – non solo ai propri correntisti, ma anche ai clienti di istituti di credito non ancora aderenti al servizio – garantendo la custodia dei dati registrati. A seguito della registrazione, il cliente potrà quindi effettuare gli acquisti presso tutti gli esercenti del network, attuali e futuri.

Il download delle applicazioni è attivabile tramite il portale , dai siti web degli esercenti e anche dagli application store dei produttori partner (Nokia, Samsung e Sony Ericsson), nonché su App Store ed Android Market.
Nell’occasione sono state pubblicate alcune stime per il mercato italiano sul mobile remote payment B2C per il mobile commerce (navigazione, scelta e acquisto via interfaccia cellulare di beni e servizi fisici), mobile ticketing (biglietteria via cellulare), mobile billing (pagamento via cellulare di tributi, effetti, bollette, ecc) e mobile payment di un carrello e-commerce. Sono stati esclusi il fund transfer P2P e i Mobile Proximity Payment. Il valore di mercato stimato in relazione al mobile remote payment entro i prossimi 3/5 anni su queste categorie è superiore ai 4,5 miliardi di euro.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore