Le difficolt

News

Il rapporto Univideo 2007 offre una panoramica dell’editoria audiovisiva.
Luci e ombre per il settore con un occhio di attenzione all’alta definizione.

Il giro d’affari complessivo dell’editoria audiovisiva si è attestato
nel 2006 a 933 milioni di euro
, in declino del 2% rispetto l’anno
precedente. E’ quanto emerge dal rapporto Univideo, curato da Prometeia e reso
recentemente pubblico.
Il calo della crescita, affermano gli esperti, è dovuto a un fisiologico
assestamento della domanda
dopo la fase d’introduzione del supporto Dvd
e a fenomeni congiunturali sfavorevoli che hanno caratterizzato l’anno. Come la
presenza di importanti eventi sportivi, il ciclo elettorale e il prolungarsi
della stagione calda che hanno certamente condizionato l’andamento della
domanda.
Il canale di distribuzione più importante si conferma la
vendita
, che nel 2006 raggiunge un fatturato di 428 milioni di euro
nonostante la discesa dei prezzi del Dvd, calati del 6%. Le vendite sono
sostenute da una offerta sempre più ampia e variegata, con un aumento del 15% in
numero di pezzi e 9.4% a valore. Vanno forte soprattutto i titoli relativi a
fiction e serie televisive, oltre ai cosiddetti docu-film e gli eventi sportivi.

Il canale edicola ha continuato a crescere sia in termini di valore che
di volume
, grazie soprattutto allo sport. La spesa per Dvd si è
confermata in crescita e ha generato un fatturato di 221 milioni di euro, il 20%
della spesa totale in Dvd, e venduto il 45% di volumi in più rispetto all’anno
precedente.
Male il noleggio che registra un fatturato al di sotto dei 273
milioni, in calo del 13.5%, pur continuando a rappresentare quasi il 30% della
spesa complessiva per il Dvd.
Per i prossimi anni saranno fondamentali gli investimenti in tecnologia e in
qualit

Autore: Redazione
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore