Le telecomunicazioni al tempo della crisi economica

Strategie

Con Cable&Wireless Worldwide abbiamo tracciato un quadro della situazione economica e delle infrastrutture di rete per le grandi e piccole imprese: opportunità di investimento e dimensioni aziendali, contano ancora

Crisi economica: luci e ombre nel panorama di aggiornamento di un’infrastruttura di rete nelle aziende. Se è vero che, in periodo di crisi, le aziende focalizzano l’attenzione sui costi di gestione del business, in questi vi rientrano soprattutto quelli sulle telecomunicazioni che rappresentano una spesa direttamente legata al giro d’affari dell’azienda stessa.

Mentre hanno un’incidenza relativa nelle piccole realtà, i costi relativi alle telecomunicazioni rappresentano una grossa fetta del budget aziendale.  Uno degli esempi più rappresentativi è il caso delle banche, dove i servizi di rete diventano di vitale importanza per il successo del business.

Ma non solo. I problemi che sorgono in tempi di crisi possono diventare delle opportunità, dal momento in cui si possono realizzare degli investimenti per il business attuale e futuro, soprattutto a costi convenienti. Per un’azienda di grandi dimensioni, aggiornare l’infrastruttura di rete implica oggi un investimento molto più basso di quanto non lo sarà in futuro dopo la ripresa del mercato.

Con un investimento uguale o poco più alto di quello fatto in precedenza – spiega Nic Cantuniar, Vice President Sales Continental Europe di Cable&Wireless Worldwide –  si arriva oggi ad avere una rete aggiornata con delle soluzioni cinque o sei volte più efficienti.  Molte aziende hanno capito la dinamica e stanno investendo per ripartire nel modo giusto, aiutando in questo modo il mercato”.

L’attuale crisi economica sembra sia arrivata ad un punto di svolta, ma bisogna stare ancora molto cauti sull’argomento e fare molta attenzione ai segnali che vengono dal mercato. 

Molti analisti sono ottimisti sul futuro ma altri dicono che i segnali di ripresa sono solo dei miraggi e che invece ci troveremo di fronte a una ricaduta dell’economia.  Anche nei peggiori dei casi, le aziende devono tenere in considerazione la stessa strategia per far fronte alla situazione. Nel caso in cui la ripresa non si avveri,  efficacia ed efficienza sono i cardini che sosterranno il settore delle telecomunicazioni; e questo si traduce nell’offrire i servizi migliori a prezzi convenienti”, spiega Cantuniar.

L’Italia è un mercato molto importante per Cable&Wireless Worldwide. Il fatto di essere focalizzato sull’export, l’Italia è  al sesto posto tra i più grandi esportatori del mondo,  lo rende un mercato in cui le telecomunicazioni diventano parte del core business. Tutti gli investimenti  sulla propria rete Multi service provider di ultima generazione  che Cable&Wireless Worldwide realizza a livello mondiale,  apportano grandi vantaggi  ai clienti locali che operano su diversi mercati esteri, soprattutto nell’area Asia-Pacifico. Dare ai propri clienti  la possibilità di essere collegati e di usufruire di servizi  evoluti di rete in tutte le zone dove sono presenti, agevola la realizzazione del business. Inoltre, Cable&Wireless Worldwide ha anche realizzato importanti investimenti per  aggiornare i Punti di Presenza (Pop) in Italia”, chiude Cantuniar.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore