Le telecomunicazioni cinesi sbarcano in Italia

News

Huawei, importante società cinese delle telecomunicazioni, annuncia l’apertura della sede italiana.

Due sedi, una a Milano, l’altra a Roma per la società cinese Huawei, importante player delle telecomunicazioni, che conferma, in questo modo, la volontà di rafforzare la propria presenza in Europa. Alla guida della filiale è stato nominato John X.P. Qiao. La struttura prevede cinque direzioni: vendita reti fisse guidata da Dino Tosi, vendita reti mobili guidata da Marco Wong, marketing e comunicazione affidata a Marco Bertolotti, prodotti sotto la guida di Frank Hou e servizi tecnici affidata a Victor Yi.
Fondata nel 1988, Huawei Technologies è oggi una delle più importanti aziende attive nelle telecomunicazioni in Cina. Dopo essersi affermata nel mercato interno, a partire dal 2000, l’azienda ha iniziato ad allargare i propri orizzonti verso i paesi Occidentali. Attualmente è presente in più di 55 paesi e supporta le installazioni in oltre 90 paesi. Ha centri di ricerca e sviluppo negli Stati Uniti, in Russia, Svezia, India e, ovviamente, in Cina. Ne è previsto un altro a breve in Olanda. Nel 2004 il fatturato si è attestato a quota 5.58 miliardi di dollari, con un incremento del 45% rispetto al 2003. Quasi la metà proviene dai mercati internazionali.
La società intende rafforzare la nuova struttura italiana nei prossimi mesi e ha annunciato l’assunzione di personale e manager locali.