Lenovo e V-Valley: il truck pronto per i clienti

Strategie

Festeggiano i risultati dell’ultimo anno Lenovo e V-Valley, con obiettivi di raddoppio per il 2015. Intanto in Lenovo arrivano cinquanta persone da Ibm che rafforzano il team per competenza e vicinanza al canale

Sono arrivate a inizio anno le cinquanta persone da Ibm che vanno ad accrescere lo staff di Lenovo Italia, a sancire definitivamente il passaggio dei server x86 da Ibm a Lenovo, oramai operativo sotto tutti i punti di vista, societario, commerciale e strategico. Mirko Poggi, amministratore delegato di Lenovo Italia, si troverà a gestire così una società di 80 persone (da queste sono escluse una cinquantina di figure Emea che pure alloggiano negli uffici di Segrate) coinvolte nella strategia di Lenovo che vuole essere “un fornitore non semplicemente di hardware d’eccellenza – precisa Poggi ma l’attore principale nell’era PC-Plus investendo in tutti i settori, dall’ultramobile fino al server e all’infrastruttura. Credo che il completamento della nostra offerta, anche con le ultime acquisizioni, faccia in modo che siamo l’unica realtà aziendale ad avere una gamma così ampia di offerta”.

Mirko Poggi, amministratore delegato di Lenovo Italia
Mirko Poggi, amministratore delegato di Lenovo Italia

L’occasione per chiacchierare con Poggi è il festeggiamento dei risultati della partnership con Esprinet, e in particolar modo con l’area a valore V-Valley, sottolineando “la crescita significativa registrata con Esprinet nel 2014 e le aspettative future di raddoppio del business”.

Marco Bardelli, amministratore delegato di Esprinet snocciola davanti ai cinquanta migliori clienti, alcuni numeri significativi: “180.000 pc Lenovo venduti attraverso V-Valley nel 2014, 80.000 netbook e ultrabook, 40.000 desktop, 26.000 tablet, 2.500 workstation che hanno significato il raddoppio del fatturato con Lenovo rispetto all’anno precedente, superando i 50 milioni di euro. Per il 2015 penso che potremmo raddoppiare il giro d’affari con Lenovo nel mondo client e fare un numero straordinario in ambito server. Lo scorso anno sono stati 5.612 i partner Esprinet che hanno acquistato prodotti Lenovo tramite V-Valley, con una accelerata dopo le acquisizioni.

Marco Bardelli, amministratore delegato di Esprinet
Marco Bardelli, amministratore delegato di Esprinet

Le cinquanta persone in arrivo da Ibm sono qualificate e bene avvezze alle dinamiche di vendita. “Ci siamo sentiti dire dai partner che non avevamo grande copertura sul canale – precisa Poggi -. Ora con le nuove persone in arrivo, che conoscono bene il canale storico di Ibm, saremo in grado di fare la differenza per tre aspetti: portafoglio, competenze e numero di persone dedicate. Stiamo lavorando al nostro interno per i partner, per rendere l’integrazione più fluida possibile”. Il momento di integrazione si sta concretizzando, il 2015 sarà a tutti gli effetti l’anno decisivo.

Luca Casini, direttore commerciale di V-Valley, ha la squadra e il truck pronti per viaggiare lungo l’Italia a visitare i clienti. Nuovi micro-programmi per il canale e struttura organizzativa saranno resi noti ancora prima del nuovo anno fiscale, che inizierà il primo aprile, per aumentare la confidenza e rispondere alle esigenze dei partner. Il truck, parcheggiato al momento al campus di Esprinet a Vimercate, è già allestito con le ultime soluzioni e aperto ai clienti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore