Lenovo ThinkPad X1 Tablet, soluzione professionale con i moduli per ogni tipo di utilizzo

Prodotti
0 0 Non ci sono commenti

Lenovo propone il nuovo ThinkPad X1 Tablet a partire da 1500 euro. Punto di forza la possibilità di utilizzo con moduli dedicati per la videoproiezione e un’autonomia infinita

Lenovo ThinkPad X1 Tablet rappresenta una delle proposte più complete nell’ambito delle soluzioni ibride 2-in-1. Si tratta infatti, a tutti gli effetti, di un tablet che, così come è, integra già tutte le interfacce e le possibilità di espansione, con in dotazione nella confezione una tastiera completa, praticamente identica a quella che siamo abituati a utilizzare da tempo con i laptop della serie ThinkPad.

La modularità caratteristica di questo modello comprende un modulo Productivity che aumenta l’autonomia della batteria fino a a 15 ore, la disponibilità (in arrivo) del modulo Presenter, con un pico-proiettore e una porta Hdmi supplementare, infine è disponibile la soluzione per creare in 3D grazie anche a una videocamera Intel RealSense.

Noi proviamo questo tablet così come è, con la tastiera che è compresa nella confezione e che si distingue da altre proposte perché, come accennato è davvero la replica identica della tastiera proposta sui laptop Lenovo ThinkPad, quindi con anche il TrackPoint tipico Lenovo.

Tastiera ThinkPad X1 Tablet
Tastiera ThinkPad X1 Tablet – la stessa esperienza d’uso offerta da quella per i laptop ThinkPad, a patto di tenerla ben appoggiata al piano, altrimenti è a nostro giudizio troppo flessibile

ThinkPad X1 Tablet vuole soddisfare tutte le esigenze di computing professionale in ambito office, così come le esigenze di intrattenimento in mobilità, con un ingombro minimo dato dallo spessore di una matita, e il peso di appena 1,1 Kg (tablet e tastiera insieme), mentre solo il tablet pesa circa 800 grammi. Lo spessore dell’abbinata è in pratica equivalente a quello dello stilo incluso nella confezione (solo il tablet è spesso appena 8,4 mm), che si potrà agganciare sia al tablet, sia alla tastiera, sia alla cerniera magnetica che lega tablet e tastiera, senza alcun rischio di perderlo.

ThinkPad X1 Tablet, la descrizione

Proviamo a entrare nei dettagli della descrizione di questa soluzione. ThinkPad X1 Tablet si presenta con un pannello da 12 pollici, IPS, con risoluzione 2160×1440 in rapporto 3:2. Sul dorso è ben visibile una sorta di flangia sganciabile tramite una leva, che farà da ala di supporto per sostenere il tablet sul tavolo di lavoro.

Questa aletta è incernierata alla base, non nella parte superiore come accade con il Surface di Microsoft. Sul tablet sono disposte tutte le interfacce. Sul profilo superiore il tasto di accensione, sul profilo destro la porta Mini Display, la fessura di un altoparlante, il connettore USB 3.0 e il connettore USB-C che servirà anche per alimentare il device.
Da notare che nella presa USB 3.0 è possibile incastonare il supporto per lo stilo, compreso nella confezione. Sul profilo sinistro dall’alto si rinvengono il connettore per cuffie e microfono (mini-jack), il controllo per il volume, l’altoparlante, e lo slot di sicurezza per affrancare il device a una scrivania. La cornice invece disvela una webcam frontale, l’indicatore del suo funzionamento, il sensore di luce ambientale; segue in alto a destra il lettore NFC (opzionale) mentre sulla cornice destra nel nostro modello c’è il sensore delle impronte digitali.

ThinkPad X1Tablet con tastiera e stilo
ThinkPad X1Tablet con tastiera e stilo

In questo modello è interessante anche il dorso, infatti sollevando l’aletta si rinviene lo slot per la nano-SIM che fornirà connettività LTE (è opzionale), il forellino per il reset, e lo slot per l’inserimento della scheda microSD. Non abbiamo trovato particolarmente pratico, in fase di utilizzo, la leva di sganciamento dell’aletta, che però ha il pregio di non permettere al tablet di avere parti in movimento quando è a riposo. Nella parte superiore ecco la fotocamera con il flash. Le specifiche raccontano che la webcam anteriore lavora con un sensore da 2 MP e quella posteriore con un sensore da 8 MP con il flash. Il microfono è di tipo dual-array.

Abbiamo già considerato in parte la tastiera, che presenta un’unica fessura che consentirà, nel caso, l’inserimento di un ulteriore supporto per lo stilo. Per quanto riguarda la keyboard – retroilluminata – promuoviamo subito a pieni voti i tasti e i dispositivi di puntamento.

Tuttavia nel complesso, pur con una certa rigidità, apprezzata, non ci sentiamo di sostenere che l’esperienza di digitazione sia identica a quella possibile con i laptop, quando sotto la tastiera c’è lo chassis con tutti i componenti e quindi tutt’altra rigidità. Intendiamoci, a nostro avviso è questo un limite non di questa soluzione Lenovo, ma del form factor degli ibridi 2-in-1 con rarissime eccezioni.

Lenovo ThinkPad X1 Tablet, le specifiche

Non dimentichiamolo mai. Gli ibridi 2-in-1 non sono più semplicemente tablet, considerate le possibilità di espansione e la potenza di calcolo, ma non bisogna illudersi di acquistare a tutti gli effetti un laptop per qualsiasi carico di lavoro. Tuttavia, questo modello, nella configurazione che proviamo, si avvicina davvero molto all’obiettivo di far dimenticare i notebook.

Certo, queste dimensioni, così ridotte (28,5x19x1 cm circa), in pratica costringono all’utilizzo delle cpu della serie Core m di Intel, che perdono il confronto con Intel Core i5 e i7, ma consentono la dissipazione passiva; tuttavia con un disco SSD da 512 Gbyte (Samsung MZVKV512), ben 8 Gbyte di RAM e Intel Core m7-6Y75  a 1,20 GHz non ci si troverà mai in difficoltà nel sostenere qualsiasi impegno lavorativo.

Sempre nell’ambito office, intendiamoci. Se pensate di utilizzare per il montaggio video e il fotoritocco professionale una soluzione di questo tipo forse è bene valutare altre proposte nell’alveo con Intel Core i5 o i7. Il comparto grafico prevede in questo caso la soluzione Intel HD 515.

ThinkPad X1 Tablet - La parte posteriore con l'aletta regolabile
ThinkPad X1 Tablet – La parte posteriore con l’aletta regolabile

Sono disponibili ThinkPad X1 Tablet anche con SSD fino a 1 TB e 16 Gbyte di Ram con il supporto Intel WiGig e in dotazione la dock Lenovo ThinkPad  WiGig. Il prezzo non rende certo queste soluzioni alla portata di tutti: la configurazione minima costa oltre 1500 euro (IVA inclusa) purtroppo però senza connettività LTE.

Quella di lusso di cui abbiamo appena parlato, ma con SSD comunque da 512 Gbyte costa la bellezza di circa 2.500 euro. Sono disponibili poi due configurazioni intermedie con il vantaggio di offrire già anche la connettività LTE.
Quella con Intel Core m5, 8 Gbyte di Ram e 192 Gbyte di memoria SSD costa circa 1800 euro, invece il modello con lo stesso processore che proviamo noi, 8 Gbyte di Ram e 256 Gbyte di SSD costa 1950 euro circa. Sono cifre molto importanti.

Si deve sempre valutare con attenzione quindi il prezzo di tanta leggerezza e mobilità, perché se la vostra idea di utilizzo è per la maggior parte del tempo stanziale, forse il laptop sarà ancora una buona soluzione e consentirà di avere più potenza a minor prezzo, con la possibilità magari di scegliere un tablet ancora più portatile e con un altro sistema operativo, spendendo in tutto praticamente la stessa cifra.

Il comparto della connettività nel nostro caso prevede WiFi 802.11 a/c 2×2 MIMO, il modulo LTE Qualcomm Snapdragon X7 e il supporto NFC, il lettore di impronte digitali è sempre presente.

Lenovo ThinkPad X1 Tablet, esperienza d’uso e giudizio

Questa proposta di Lenovo, considerata la dotazione hardware disponibile e le diverse opzioni di configurazioni, rappresenta di sicuro una soluzione top di pregio. I moduli segnalati, che non abbiamo avuto la possibilità di provare, estendono ulteriormente la flessibilità di ThinkPad X1 Tablet, vero gioiellino.

La portabilità complessiva è eccellente, come l’ergonomia del form factor nel complesso, anche se avremmo preferito più grip nello stilo, che è impeccabile ma fin troppo liscio, un po’ scivoloso, mentre con una finitura ruvida avrebbe offerto una presa migliore.
L’inclinazione del display è praticamente regolabile a piacere, anche se oltre i 150 gradi è facile che il tablet si adagi sul piano.

Grande soddisfazione ritrovarsi la tastiera dei ThinkPad, anche se, per le vibrazioni generate quando si digita con energia, e la si tiene inclinata, non potrà mai essere la stessa esperienza. Ovviamente il problema non si pone quando essa poggia completamente su un piano rigido. ThinkPad X1 Tablet è comodissimo da tenere sempre con sé, molto vicino all’ibrido da sogno che sarebbe diventato con una tastiera più rigida e Intel Core i7. Così ThinkPad X1 avrebbe meritato il massimo dei voti, perché avrebbe potuto sostituire appieno un ultraportatile classico.

Thinkpad X1 Tablet con Productivity Module
Thinkpad X1 Tablet con Productivity Module

La dissipazione è efficiente, perché l’utente utilizzando il dispositivo come laptop non si accorgerà del calore prodotto, tuttavia utilizzando l’unità come tablet il nostro campione ha mostrato un importante surriscaldamento del dorso, che potrebbe risultare fastidioso quando si usa il tablet appoggiato alle ginocchia e lo si tiene per mano. Si può fare meglio. Il riscaldamento si può sentire anche se si appoggia la mano al vetro quando si utilizza lo stilo. E’ un segno che gli ibridi, quando vogliono essere generosi nelle prestazioni, devono trovare qualche compromesso, e non si vorrebbero compromessi quando si tratta di spendere oltre 1500 euro.

Per quanto riguarda le prestazioni i nostri PcMark 8 hanno fatto segnare uno score Home Conventional di 2020 punti, la configurazione più vicina che possiamo paragonare a questa è quella di Dell Latitude 12 7275, che si era fermato a 1888 punti (ma aveva anche SSD da 256 Gbyte). Confermiamo ancora che i processori della serie Intel Core iX hanno sempre fatto registrare nelle nostre prove prestazioni sensibilmente superiori, è un aspetto di cui tenere conto in fase di acquisto.

no images were found

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore