Lenovo IdeaPad Yoga 13, tanti utilizzi un solo device

Prodotti

Lenovo Yoga 13 è un laptop convertibile che può essere comodamente usato per mostrare presentazioni e come tablet. Autonomia superiore a cinque ore

Lenovo IdeaPad Yoga 13 rientra a tutti gli effetti nella categoria dei laptop Ultrabook convertibili. Grazie alla possibilità di ruotare il display touchscreen di 360 gradi, sullo spigolo più lungo, Yoga 13 può essere utilizzato sia per riprodurre come visore per chi sta fronte all’utente filmati e presentazioni, sia come tablet. Sono gli ingombri e il peso tipici degli ultraportatili da 13 pollici (33,3 x 22,4x 1,6 cm per 1,5 Kg), il sistema operativo Windows 8 e il processore Intel Core i7-3537U (con 4 MByte di Cache, e frequenza di clock 3.10 GHz) a indicare chiaramente l’utilizzo d’elezione come notebook, anche considerati gli 8 Gbyte di memoria Ram e la disponibilità di un capiente SSD da 256 Gbyte (un disco Samsung nel nostro caso).

La trasformazione da un utilizzo a un altro è agevolata da due cerniere in metallo che offrono una buona robustezza. Come tutto il laptop nell’insieme, con il suo guscio gommato, in un’insolita livrea arancio, che una volta aperto svela un piano di appoggio, gommato anch’esso, e tastiera nera con tasti incavati e ben distanziati. La gommatura della scocca è in grado di resistere alle normali graffiature da presa, e da urto con gli spigoli delle scrivanie non metalliche.

Ci siamo fermati qui nelle nostre prove, non garantiamo oltre. Per quanto riguarda la tastiera si nota subito la mancanza della retroilluminazione, peccato non veniale per una soluzione che deve adattarsi a lavorare in mobilità in ogni ambiente. Ottima la sensibilità e la scorrevolezza del touchpad, molto generoso nelle dimensioni. Nel complesso IdeaPad Yoga 13 si presenta elegantissimo ma anche vivace, con un design regolare, liscio e accattivante. Davvero è stato svolto un ottimo lavoro di studio progettuale.

Lenovo ThinkPad Yoga 13 interfacce
Tutte le interfacce di Yoga 13 e la loro disposizione sui profili

Una nota: il display di Yoga 13 soffre, come praticamente quasi tutte le soluzioni di questo segmento, della miopia dei produttori che rinunciano alla finitura opaca, per uno schermo lucido, destinato a trattenere con Windows 8 tutte le ditate, con relativo fastidio anche visivo. Il 13 pollici con tecnologia IPS, retroilluminato a led e con risoluzione 1600×900 è soddisfacente e sufficientemente luminoso per lavorare in tutte le condizioni. Nell’utilizzo di tutti i giorni la risoluzione 1600×900 non ci ha mai infastidito, certo non è una risoluzione da record.

Lenovo IdeaPad Yoga 13, le interfacce

Bene la distribuzione delle interfacce, a partire dal tasto di accensione che in un prodotto di questo tipo è stato giustamente disposto sul profilo anteriore (con un led che indica lo stato), in modo da non costringere all’apertura della tastiera, bene che esso sia stato affiancato sulla sinistra da un tasto (da attivare con una punta di matita per esempio) che attiva il ripristino del sistema o il suo backup.

Sul profilo destro si trovano il pulsante di blocco rotazione, il lettore di schede di memoria (solo SD e MMC), una presa USB 2.0 e il connettore dell’alimentazione, di tipo proprietario Lenovo, ben visibile per la caratteristica colorazione gialla. Il profilo posteriore evidenzia le griglie per la circolazione e la dissipazione del calore e sul profilo sinistro invece trovano spazio una presa Hdmi, l’unica presa USB 3.0, un’unica presa per cuffia e microfono, il microfono incorporato e il controllo volume.

Lenovo ThinkPad Yoga 13_Rotazione
Lenovo ThinkPad Yoga 13 ha il display che può ruotare sulle cerniere fino a trasformarsi in un tablet, oppure può essere posizionato come display per chi siede fronte a noi

Su queste scelte avremmo preferito semplicemente una doppia dotazione di prese USB 3.0. Invece non abbiamo molto da dire sull’assenza della presa VGA, almeno in un prodotto di questo tipo. Lenovo IdeaPad Yoga 13 non dispone purtroppo di connettività 3G/LTE, sarebbe stato un complemento ideale e d’eccezione alla connettività WiFi a/b/g/n e a Bluetooth, non è presente un connettore Ethernet. La batteria, che non è sostituibile dall’utente, così come egli non potrà accedere ad alcun componente interno, ha una capacità di circa 54mila mWh, sufficienti per un utilizzo di tipo office di oltre5 ore. Siamo lontani dalle prestazioni offerte dalla piattaforma Haswell e Intel Core di quarta generazione. Per quanto riguarda l’interazione con il dispositivo la Webcam da 720 pixel supporta Lenovo Motion Control per il rilevamento delle gesture senza toccare il display (a questo link trovate un data sheet completo).

Lenovo IdeaPad Yoga 13, il giudizio

Lenovo IdeaPad Yoga 13 non costa poco, la configurazione che abbiamo illustrato si trova sul Web a circa 1.400 euro. Si pagano il disco allo stato solido da 256 Gbyte, un processore comunque Intel Core i7, anche se di Terza generazione (Ivy Bridge) e in misura minore la dotazione di 8 Gbyte di memoria. Nel complesso a nostro avviso sono soldi ben spesi, per un laptop da lavoro che, se si esclude il gaming, non pone altre limitazioni. Tutto sommato, anche l’autonomia di oltre 5 ore non è un punto a sfavore. Questo ThinkPad è ergonomicamente ben impostato. Si può migliorare il sistema di apertura, che non offre un appiglio preciso e avremmo preferito maggiore visibilità sui due pulsanti blocco rotazione schermo e opzione di ripristino, ma tastiera, base di appoggio e soprattutto touchpad sono eccellenti, così come il meccanismo di rotazione del display.

Dal punto di vista delle prestazioni i test PcMark 8 hanno svelato un buon punteggio complessivo nei testi di Working, superiore ai 4.500 punti.

Sempre falliti i Benchmark PCMark 8 Creativity, i PcMark 8 Home hanno toccato il punteggio 2.695 e PcMark 8 Storage il punteggio di 4.876, ancora largamente influenzato dal disco SSD. Nel nostro database PcMark non abbiamo tanti modelli ancora equiparabili, certo notiamo rispetto a Sony Vaio Pro 13 come Haswell faccia la differenza in termini di durata della batteria, pur con un accumulatore di capienza inferiore. Windows ha misurato come punteggio migliore ovviamente il disco rigido (7,6), ma la ‘vecchia’ soluzione di scheda integrata Intel ha fermato l’indice a 4,8, fin troppo punitivo considerato il punteggio 7,2 di processore e Ram. Non avremmo dubbi sul preferire la soluzione Sony a parità di prezzo (anche per il display davvero eccellente), ma IdeaPad Yoga 13 costa anche 500 euro in meno e sono davvero tanti. Siamo quindi di fronte a due validissimi prodotti che si lasciano preferire, l’uno o l’altro, a seconda della disponibilità di portafoglio e delle priorità.

Tra gli accessori disponibili rileviamo, come a nostro avviso particolarmente utili il copri tastiera, per quando si usa l’Ultrabook come tablet e la pellicola per lo schermo, per ovviare agli inconvenienti segnalati, peccato Lenovo non abbia pensato a una pratica soluzione Ethernet. Eccessivo il surriscaldamento del caricabatterie originale che quasi non si riesce a tenere in mano.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore