Lexmark a gonfie vele

News

Utili per azione in crescita del 36% e fatturato a +6% per il player delle stampanti. Grazie a un modello di business orientato verso i prodotti di consumo.

Record di fatturato per Lexmark nel primo trimestre dell’anno, che vede un rialzo del 6% rispetto al medesimo periodo del 2002, con utili per azione in crescita del 36%. “La solidità dei nostri risultati – ha affermato Massimiliano Tedeschi, direttore generale di Lexmark Italia – è un’ulteriore dimostrazione della forza e stabilità del nostro modello di business orientato a offrire prodotti e servizi che rispondono alle esigenze dei mercati grandi clienti, piccola media impresa e retail”. Settore trainante quello dei prodotti di consumo sia laser che inkjet, il cui fatturato registra un aumento del 17%, pari a 642 milioni di dollari contro i 546 dell’anno passato. Cede dell’8% invece il fatturato delle stampanti, confermando ulteriormente la validità del modello di business adottato. Per il secondo trimestre, Lexmark si attende un tasso di crescita anno su anno ancora positivo, nonostante un mercato consumer piuttosto debole e una concorrenza molto aggressiva sui prezzi.