Lexmark via dalla Scozia

News

Previsti, entro la fine dell’anno, 700 licenziamenti e la chiusura della fabbrica di Rosyth

Lexmark sta chiudendo la fabbrica di cartucce d’inchiostro per stampanti inkjet di Rosyth, in Scozia. Questo porterà al licenziamento di 700 persone. Le prime 500 perderanno il lavoro entro aprile, e le altre entro la fine dell’anno. ” Sono molto dispiaciuto che settecento posti di lavoro siano perduti – ha dichiarato il direttore generale Alan Speirs -tuttavia non è in mio potere cambiare l’impatto delle nuove tecnologie e delle nuove situazioni di mercato”. La fabbrica scozzese di Lexmark era stata aperta 10 anni fa e faceva parte della cosiddetta Scotland’s Silicon Glen It area. I recenti cattivi risultati fatti registrare da Lexmark sono dovuti a un drastico calo della domanda di stampanti e toner . Proprio a causa della debolezza persistente della domanda sono previsti altri tagli ai posti di lavoro dell’azienda.