Libri ed e-book volano attraverso i social media

News

Un esempio è Anobii.com che sta iniziando a fare accordi con siti di e-commerce e marketing. Il 20 ottobre, a Milano, si terrà Social Money

Libri ed e-book piacciono ai social media. E non solo libri specifici, tra quelli venduti maggiormente ci sono sia quelli fuori catalogo, sia i classici, fino alle ultime novità e infine a quella forma che sta diffondendosi sempre più, specialmente nella manualistica, gli e-book.

Uno di questi è Anobii.com, che unisce i lettori mangia-libri (il nome viene dal nome scientifico del tarlo della carta), e che ora fa accordi con siti di e-commerce e si apre al marketing. Anobii (www.anobii.com) non è solo, ci sono anche concorrenti più piccoli come www.librarything.it/ e l’appena nato http://www.bookerang.it/.

D’altra parte, in modo autonomo e “autogestito”, il social media come canale di vendita di libri e affini è un fenomeno diffusissimo. Si può anzi dire che ha consentito a un fenomeno storicamente assai diffuso nel nostro Paese, l’auto-edizione, di trovare nel XXI secolo una dignità che oltre che contenutistica può ora essere anche commerciale.

Girando nelle community si trova oggi di tutto, soprattutto in ambito manualistico. E-book per imparare a fare qualunque cosa, dal marketing di se stessi alle arti vere e proprie, maggiori e minori. I numeri sono troppo piccoli per interessare gli editori tradizionali, ma appunto per questo il livello dei contenuti può essere (non
sempre) d’elite. Il “prodotto” non si ferma al “libro” , anche se in forma digitale, ma comprende forum interattivi con l’autore-editore, workshop.

Infine, c’è il fenomeno dei libri e degli e-book sul social networking e su come fare business con il social networking. Se ne parlerà diffusamente a Social Money il prossimo 20 ottobre a Milano presso Palazzo Turati, sede della Camera di Commercio.

Tra i relatori dell’evento ci sono infatti almeno quattro autori di libri ed e-book sull’argomento, dal notissimo Luca Conti a due pionieri come Deni Benati e Stefan Des, a Roberto Marmo, e non è detto che l’agenda non si arricchisca di altri autori. Social Money è concepito e realizzato da Updating per il Forum della Net Economy, formato da Provincia e Camera di Commercio di Milano (www.forumneteconomy.it).

L’agenda dell’evento in versione “in progress” è consultabile su www.socialmoney.it/agenda . Sul sito è possibile anche registrarsi per la partecipazione, che è assolutamente gratuita.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore