L’identikit dei consumatori digitali italiani

Mercato
La trasformazione digitale secondo Microsoft nel Retail
0 0 Non ci sono commenti

Otto e-shopper su 10 comprano online almeno una volta al mese, nove acquirenti digitali su 10 consultano recensioni e test in Rete. La fotografia dell’e-commerce scattata da Idealo

L’81% degli e-consumer italiani compie almeno un acquisto al mese, poco sopra a quanto emerge nel Regno Unito. Dai dati relativi alla frequenza, risulta che gli acquirenti digitali italiani si suddividono in quattro categorie: sono assidui per il 51,4% (acquistano online una o più volte al mese); il 33,5% (regolari) compra una o più volte al trimestre, il 28,6% (intensivi) acquista una o più volte alla settimana; infine il 4,2% (occasionali) limita l’e-commerce solo una o due volte l’anno. Lo spiega idealo , il portale di comparazione prezzi, che, in collaborazione con l’Istituto di ricerche di mercato Survey Sampling International (SSI), ha condotto un sondaggio sul mondo dei consumi online in Italia volto a delineare l’identikit dei nostri consumatori digitali e a scattare una fotografia su come si evolvono le abitudini tecnologiche e sociali con la diffusione del fenomeno dell’e-commerce.

Idealo tratteggia l'identikit dei consumatori digitali italiani
Idealo tratteggia l’identikit dei consumatori digitali italiani

Dal punto di vista demografico, il 31,1% degli e-shopper intensivi sono uomini, mentre solo il 24,9% è costituito dal pubblico femminile.
Inoltre, più grande è il centro di residenza, maggiori saranno gli acquirenti che comprano più volte alla settimana.
I nostri e-consumer con maggiore inclinazione all’acquisto appartengono a una fascia d’età compresa tra i 35 e i 54 anni, mentre gli acquirenti tra i 18 e i 24 anni e i consumatori digitali Over-55 tendono ad essere solo occasionali.

Dallo studio di idealo emerge che nel 63% dei casi si acquista online per prezzi più convenienti, nel 37% dei casi per l’ampia libertà di scelta e nel 34% dei casi per la possibilità di confrontare diversi prezzi e prodotti. Secondo il 96% degli intervistati il PC rimane il dispositivo più sicuro per finalizzare gli acquisti, precedentemente individuati su dispositivi mobili.
In una scelta di acquisto nel settore cultura e intrattenimento, abbigliamento ed elettronica, anche le opzioni sul metodo di pagamento e sulla consegna svelano alcune caratteristiche: rimane un po’ di diffidenza nel pagamento online con le carte di credito (utilizzata solo dal 20% degli intervistati); la preferenza per il trasporto viene accordata ad un corriere italiano.

Il 90% degli intervistati ha dichiarato di basarsi su recensioni, test e prove prodotto prima di comprare via e-commerce.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore