L’industria musicale e audiovisiva si appella al governo

News

La crisi del mercato legale preoccupa anche le principali organizzazioni sindacali del settore

La crisi del mercato discografico, che ha visto, solo dal 2004 ad oggi, cali del 30% nelle vendite e del 20 % negli impiegati del comparto, preoccupa l’industria musicale e audiovisiva (Fimi, Afi Pmi Univideo) e le principali organizzazioni sindacali del settore.

Preoccupano l’inarrestabile fenomeno della pirateria, aggravato sul fronte digitale, e il lento decollo dell’offerta online (non ancora in grado di compensare il declino del mercato dei supporti fisici). Tutto ciò ha generato drastiche riduzioni dei livelli occupazionali e consistenti cali di fatturato che hanno colpito l’intera filiera, dalla grandi alle piccole e medie aziende.
Le rappresentanze sindacali dei lavoratori (SLC

Autore: Redazione
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore