Liti minori con il fisco, c’è il software per inviare le domande

News

Disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate il software per la compilazione e l’invio delle domande online. Due date importanti da mettere in agenda

Pronto il software per inviare la domanda di chiusura delle liti minori con il Fisco.

Il programma che consente di compilare e presentare online, entro il 2 aprile 2012, la domanda di definizione delle controversie pendenti fino a 20mila euro è disponibile sul sito Internet dell’Agenzia delle entrate. Ne dà notizia un comunicato dell’Agenzia stessa.

Il fisco ricorda che resta ferma la prima scadenza del 30 novembre 2011 per versare, in unica soluzione, l’importo agevolato utilizzando il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (codice tributo 8082).

L’Agenzia ricorda che sono due le date da ricordare per poter chiudere più facilmente le liti minori pendenti: 30 novembre 2011, scadenza entro la quale versare le somme e 2 aprile 2012, termine entro il quale va presentata la richiesta di definizione del contenzioso all’Ufficio o via web, grazie al nuovo software ad hoc.

La procedura si può ritenere conclusa solo se il pagamento è effettuato per intero e la domanda è presentata entro i termini. Fa eccezione l’ipotesi in cui non ci siano somme da pagare. In questo caso la definizione si perfeziona semplicemente con l’invio della domanda entro la scadenza prevista.

Il ricorso alla definizione agevolata è possibile solo per le liti fiscali, in cui è parte l’Agenzia delle Entrate, di valore non superiore a 20 mila euro e pendenti, al 1° maggio 2011, davanti alle Commissioni tributarie o al Giudice ordinario in ogni grado del giudizio, anche a seguito di rinvio. Inoltre, le liti fiscali che possono essere definite sono sospese fino al 30 giugno 2012.

Così come sono sospesi, per lo stesso arco di tempo, i termini per proporre ricorsi, appelli, controdeduzioni, ricorsi per cassazione, controricorsi e ricorsi in riassunzione, inclusi i termini per la costituzione in giudizio.
Per usufruire della definizione agevolata delle liti fiscali il contribuente deve compilare e presentare all’Ufficio delle Entrate, o trasmettere in via telematica, l’apposita domanda utilizzando il modello conforme a quello approvato il 13 settembre 2011 con provvedimento del Direttore dell’Agenzia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore