madvertise e AppZapp, ecco cosa succede ai prezzi negli App Store

News
Paolo Vanossi, Country Manager madvertise

madvertise, società europea che in Europa si occupa di mobile advertising, e AppZapp, la guida alle occasioni su App Store, presentano nel primo madreport 2013 i risultati della loro collaborazione: è stato ridotto il prezzo del 45% delle app e il 60% di queste sono diventate totalmente gratuite; più di un app su due appartenente alla categoria Giochi ha subito una riduzione di prezzo

madvertise, società europea che in Europa si occupa di mobile advertising, e AppZapp, la guida alle occasioni su App Store, presentano nel primo madreport 2013 i risultati della loro collaborazione: un’analisi dettagliata sulla riduzione dei prezzi negli App Store.

Paolo Vanossi, Country Manager madvertise
Paolo Vanossi

Grazie alla notevole diffusione di smartphone e tablet, che nel 2013 sembra possano raggiungere l’incredibile cifra di 1,2 miliardi, il mercato del mobile advertising è in forte espansione, favorendo così l’aumento della spesa per i brand e gli inserzionisti, internazionali e locali con una forte presenza anche nel mondo delle app. In particolare, è stato ridotto il prezzo del 45% delle app e il 60% di queste sono diventate totalmente gratuite; più di un app su due appartenente alla categoria Giochi ha subito una riduzione di prezzo, in media, ogni secondo le app della categoria Foto e Video subiscono un taglio di prezzo.

Prendendo in considerazione le categorie di app che vedono più velocemente riduzioni di prezzo, si nota che  le app della categoria Giochi hanno subito un taglio di costo dopo circa 83 giorni, quelle relative a Foto e video dopo 85 giorni mentre le app del Meteo impiegano 91 giorni.

Alcune categorie di app mantengono il loro prezzo costante nel tempo più a lungo di altre. In questa classifica si segnalano per primi i navigatori satellitari che mantengono per  177 giorni il costo invariato, a seguire le app Viaggi con 156 giorni e a chiudere le app Reference con 141 giorni di prezzo costante. Dopo aver a lungo monitorato le nuove app presenti sull’App Store di Apple dal 2010 al 2012, madvertise e AppZapp hanno svelato quali categorie di applicazioni hanno subìto la maggior riduzione di prezzo e il tempo necessario perché ciò avvenisse.

riduzione prezzi App Store
riduzione prezzi App Store

Rispetto allo scorso anno in cui tra Regno Unito, Spagna, Italia, Germania, Francia e Turchia, il 47% delle app era a pagamento, a oggi il 45% di queste ha subito una notevole riduzione di prezzo o, in alternativa, è diventata totalmente gratuita, consentendo all’utente la possibilità di trovare app valide anche gratuitamente.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore