Magirus e Cisco insieme in Europa

News

Magirus inaugura la divisione Data Center e diventa il primo distributore Specialty per soluzioni Cisco in Europa

Magirus ha stretto un accordo di distribuzione con Cisco in virtù del quale si amplia l’offerta per i partner di canale, che comprenderà anche soluzioni di Data Center unificato. L’accordo è stato anche l’occasione per Magirus di creare una nuova divisione Data Center che opererà parallelamente a quella di Secure Networking: in questo modo i rivenditori Cisco e Magirus potranno cooperare traendo reciproci vantaggi dall’accesso a un sistema di Data Center unificato. Ma i vantaggi dovrebbero riguardare anche i clienti finali, per i quali si prospettano costi fissi ed operativi più bassi, gestione semplificata e un aumento dell’efficienza energetica.

Abbiamo scelto Magirus per la sua forza in ambito storage e virtualizzazione in Europa, così come per la sua comprovata esperienza nell’area data center e secure networking – dichiara Thierry Drilhon, vice president for Worldwide Channels, European markets di Cisco -. Consulenza, formazione e servizi sono i punti di forza di Magirus che ci aiuteranno a far cogliere ai nostri partner i vantaggi del passaggio a un data center virtualizzato. Per concludere, Magirus è stata per noi una scelta naturale“.

Alla luce del nuovo accordo raggiunto, Magirus è diventato il primo distributore Specialty Data Center di Cisco, con conseguente potenziamento della rete di partner, che attualmente conta circa sei mila unità. Le soluzioni Cisco per il Data Center saranno integrate nella gamma di prodotti che Magirus ha già a listino e che spaziano dalla virtualizzazione al networking, allo storage.

Questa accordo strategico è una estensione della strategia esistente di Magirus per aiutare i rivenditori e i loro clienti a ottenere un vantaggio competitivo, abbracciando le tecnologie emergenti – spiega Christian Magirus, Executive Vice-Presidente e COO di Magirus –. Ci poniamo l’obiettivo di abbassare il rischio di ingresso in questi mercati e fornire una scelta più ampia agli utilizzatori finali. Ora la nostra offerta consente ai partner e ai loro clienti di evolvere da data center con elevato impegno di capitali verso modelli ibridi che combinano computing fisico, virtualizzato e cloud“.

Come detto, l’accordo riguarda l’intero mercato europeo, che comprende Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito e si focalizzerà soprattutto su soluzioni di Data Center unificato.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore