Megali (Siemens Industry Software): aziende italiane attente ai dettagli e al PLM

Strategie
Franco Megali, Siemens PLM

Franco Megali, amministratore delegato di Siemens Industry Software, spiega la strategia aziendale alla luce sia della gestione dei clienti (gestione diretta e attraverso rivenditori) sia alle novità che riguardano il cloud

Siemens PLM Software ha una storia italiana quasi trentennale con 800 clienti gestiti direttamente dalla stessa e quasi il doppio attraverso rivenditori.

L’anno fiscale non coincide con quello solare. L’anno fiscale 2012 ha chiuso i battenti il 30 settembre 2012 con risultati sopra i piani prefissati. Franco Megali, amministratore delegato di Siemens Industry Software, è soddisfatto dei risultati raggiunti e definisce gli ultimi due anni solari e questo in cui siamo tutt’ora, come anni di sfida.

Megali ha sottolineato il fatto che alcune aziende abbiano “sostituito una soluzione concorrente con una di Siemens PLM”.

Franco Megali, Siemens PLM
Franco Megali 

Siemens PLM Software si occupa della fornitura di software per la gestione del ciclo di vita dei prodotti. Sul sito internet della società c’è scritto: “Lavoriamo a stretto contatto con ciascun cliente per fornire le soluzioni PLM di cui hanno bisogno per supportare le decisioni critiche relative sai loro prodotti”. “Siamo uno staff di circa 150 persone e direttamente gestiamo circa 800 clienti. Come facciamo? I progetti variano dai tre ai 18 mesi – spiega Megali – per cui una volta implementato quello che il cliente chiede non è più necessaria la nostra presenza in modo continuativo. Gli altri clienti sono gestiti da rivenditori, circa una decina, che sono dislocati soprattutto al centro nord. Anche al sud ci sono aziende con piena capacità tecnica e commerciale in grado seguire i clienti”.

“Continua a esserci una domanda per le nostre soluzioni e ci sono mercati ricettivi perché lavorano con l’estero, mentre altri mercati che pur avendo la stessa esigenza devono rimandare gli investimenti. Grazie alla presenza sul mercato della nostra struttura di vendita e di prevendita, riusciamo a compensare i picchi e quest’anno siamo fiduciosi di riuscire a raggiungere il target prefissato”, spiega Megali.

Siemens PLM Software è già operativa sul cloud con una soluzione funzionante. Megali parla di partnership con strutture del calibro di Amazon, Ibm e Microsoft  e, secondo l’amministratore delegato, “il cloud rappresenta un ulteriore acceleratore dell’andamento del mercato con tutti i pro e i contro che una tecnologia come questa ha in Italia. Il cloud è più un problema di cultura che di tecnologia – spiega Megali. Il cloud può aiutare maggiormente le aziende di piccolo-medie dimensioni ma rappresenta anche un problema culturale a cui le aziende stesse dovranno dare una valutazione. Una valutazione sulle  architetture e le soluzioni che stiano al di fuori dell’azienda e raccolgano e tutelino i dati sensibili in modo sicuro”.

Infine, Megali si sofferma sulla tipologia di clientela e sulle esigenze delle stesse. “Le esigenze delle aziende italiane sono simili a quelle che riscontriamo nel resto del mondo ma con un’eccezione. L’azienda italiana è un po’ più attenta ai dettagli. Mentre in altri stati le aziende seguono processi definiti, in Italia ci si attesta ancora molto sulle tradizioni orali e sulle dimensioni aziendali piccole con esigenze più specifiche”, conclude Megali.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore