Mht alza il tiro del 10%

Strategie

Mht fa il 100% del suo giro d’affari con Microsoft, portando consulenza in ambito Crm e Erp. Franco Coin, amministratore delegato e socio fondatore di Mht, prevede di chiudere l’anno in crescita (+10%) con focus su industria e retail. Nulla nella Pubblica Amministrazione

“Il 70% del fatturato arriva da Dynamics AX, il 20% da Dynamics Crm e il restante 10% da Nav”. E’ questo lo spaccato del giro d’affari di Mht, società focalizzata sulle soluzioni gestionali Microsoft Dymanics e Crm, che annovera tra i clienti aziende del mondo dell’industria e del retail. Un giro d’affari superiore ai 9 milioni di euro nel 2011, in crescita anche quest’anno (si prevede un +10%) con una struttura di 130 persone.  “Non lavoriamo con la Pubblica Amministrazione” precisa Franco Coin, amministratore delegato e socio fondatore di Mht, una società nata a Treviso nel 1997 che lavora come partner Microsoft con aziende che necessitano di rimpostare quei progetti che non possono nel tempo “avere consistenza” per i nuovi scenari di mercato. Non a caso il 30% della applicazioni su AX sono su nuovi business aperti dal cliente soprattutto in esplorazione di aree di mercato innovative. Che non significa solo l’apertura verso mercati internazionali, ma anche verso mercati attigui al proprio. “Ad esempio – cita Coin – nel mondo farmaceutico ci sono realtà che stanno valutando l’opportunità di allargarsi ai servizi, un mondo attiguo”.

Se sul retail e in ambito fashion Mht lavora principalmente con Dynamics Crm, per seguire il cliente dal primo acquisto al post vendita, in ambito industriale la scelta cade su AX, con focus sulla media azienda dove sono sempre più richiesti ottimizzazione di processi, internazionalizzazione, consolidamento di soluzioni e ambienti. Ma precisa Coin: “Nonostante il nostro rapporto con Microsoft sia consolidato, noi non siamo un laboratorio di Microsoft. Facciamo in modo che i tecnici dei prodotti Microsoft facciano il prodotto come vogliono i clienti, sulle loro esigenze e con specifiche suggerite dalla nostra consulenza. Noi ascoltiamo il cliente e abbiamo il polso della ricetta giusta da proporre”. In realtà Mht è uno dei pochi partner coinvolti dai laboratori di Redmond per lo sviluppo e per i test delle nuove versioni delle soluzioni AX, che le aveva permesso nel 2011 di collaborare alla progettualità di AX 2012 realizzando un progetto sperimentale su un cliente italiano, Dellas Spa, che era stata la prima azienda ad utilizzare il nuovo Erp in Italia.

Per quanto riguarda Nav, Mht guarda a società più piccole o a branch office di realtà molto grandi, una situazione più variegata e articolata, molto personalizzabile sulle richieste delle singole aziende. Una piccola sede a Catania, legata al clienti di Tlc che operano con Nav, governa il datacenter di Mht per il cloud mentre a Teramo lavora una struttura che eroga servizi di supporto su AX.

Franco Coin di MHT
Franco Coin, amministratore delegato MHT

Su tutti prodotti – AX, Crm e Nav –  la proposta Mht è quella di suite standard di Vertical Solution e Add-on, nell’ottica di arricchire le soluzioni Microsoft implementate. Come nel caso di Sematic, azienda italiana di ascensori con unità produttive e commerciali in Italia e all’estero, che opera in tutto il mondo con un forte sviluppo soprattutto in Cina, India e Est Europa. A Mht ha affidato oltre al progetto basato su AX che coinvolge dall’amministrazione, agli acquisiti, alle vendite fino alla produzione, utilizzando gli Add-on creati da Mht, anche  il coordinamento, la gestione e l’addestramento dei partner locali.  Il piano ha il supporto di System Advisers Group Alliance,“con cui al momento Mht lavora in partnership, ma con possibilità di relazioni più fitte in futuro – conclude Coin -.  A breve anche l’apertura di sedi nei mercati esteri dove da tempo accompagniamo i nostri clienti”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore