Microsoft accelera sulla distribuzione di Surface e Windows 10

Strategie

Cyril Belikoff, senior director di Microsoft, svela in un post nel blog, la strategia distributiva legata a Surface. Un programma Trade-in per andare incontro anche ai clienti che volessero Surface e Windows 10 ma avessero già fatto investimenti e una garanzia aziendale

Per accelerare l’introduzione di Surface e l’aggiornamento a Windows 10, Microsoft scende in campo con due novità destinate ad andare incontro alle esigenze dei clienti che vorrebbero passare a queste novità ma non possono perché hanno appena investito in altri device o sistemi operativi; ma anche un piano di incremento dei reseller dedicati a Surface, così come sostenuto da Microsoft durante la Worldwide Partner Conference di Orlando. SurfacePro3 Primary_Web

Per quanto riguarda il programma Trade-in, Cyril Belikoff, senior director di Microsoft ha scritto un post sul blog dedicato in cui ha spiegato per sommi capi l’idea del Trade-In. “Molti clienti ci hanno riferito di voler eseguire l’aggiornamento a Surface e a Windows 10 ma di non potere a causa di investimenti in altri dispositivi. Abbiamo pensato, quindi di dare la possibilità ai clienti business di poter scambiare i loro device aziendali utilizzati, i tablet o gli smartphone elargendo loro, in cambio, dei crediti al fine di poter acquistare i nuovi Surface e Windows 10”.

Dal blog si evince che l’operazione partirà dal Regno Unito ma coinvolgerà anche altri stati tra cui l’Italia. Come detto, questo programma trade-in segna un netto contrasto con i vecchi piani di go to market di Microsoft per Surface, secondo i quali il canale doveva essere utilizzato con parsimonia. Ora non sembra più perchè dall’evento di Orlando si è addirittura parlato di incremento nel numero dei partner dedicati a Surface.

Inoltre, dal prossimo anno, Microsoft lancerà una garanzia aziendale per il canale che ruoterà attorno al dispositivo Surface. Si chiama Microsoft Complete for Enterprise. Microsoft_SurfaceHub_Questa garanzia consentirà ai partner di spingere garanzia sull’intero parco installato piuttosto che sul singolo device, il che faciliterà e velocizzerà le procedure di sostituzione dei dispositivi qualora debbano essere scartati. La garanzia ha alcuni elementi utili per le imprese di grandi dimensioni, come la possibilità di sottoporre a interventi in garanzia dispositivi non avviabili perché l’azienda utente ne ha cancellato i dati, o persino distrutto il disco, in osservanza a particolari normative. Negli Stati Uniti è anche prevista la sostituzione entro il giorno successivo, per gli altri mercati Belikoff ha accennato a “una simile sostituzione rapida”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore