Microsoft Dynamics Crm a tutto cloud

News

Rilasciata on-premise e in hosting la versione Microsoft Dynamics Crm 2011, Roberto Andreoli, direttore marketing, annuncia il prossimo sbarco in ambito cloud

Microsoft Dynamics Crm 2011 in versione cloud e rilasciato on-premise e in hosting presso i partner dal 16 febbraio scorso. La versione  più recente di Microsoft Dynamics Crm online, che offre Crm 2011 come servizio su richiesta dai data center di Microsoft, è stata rilasciata a gennaio scorso in 40 mercati e 41 lingue e ora è disponibile ai clienti per il download. Roberto Andreoli direttore marketing Microsoft Dynamics ne annuncia queste novità sottolineando “il momento fondamentale per Microsoft e per Dynamics”.

Andreoli si sofferma poi sul tema del cloud, sottolineandone come sia in programma una versione cloud anche per il Crm. “La tecnologia è già stata portata in cloud per Dynamics e per Sharepoint – spiega Andreoli –  e il passo succesivo sarà per Crm”. Andreoli sottolinea però come non si obblighino i clienti a scegliere il modello dell’applicazione cloud. “Proponiamo al cliente una prima fase soft in chiave cloud – spiega – il cliente avrà poi la facoltà di ampliare il modello oppure tornare sui suoi passi con la soluzione ‘riportata in casa’. In questo caso – spiega – il processo e le aree applicative sono identiche sia che la soluzione sia presa in gestione in cloud, on premise o altro”.

Insomma un rapporto legato al cloud che non esclude un ritorno alla più tradizionale delle fruizioni delle applicazioni, come a dire che l’una non possa escludere le altre. Il 16 febbraio è stato anticipato il rilascio del Crm 2011 nelle due versioni on premise e hosted, spiega Andreoli, sottolineando come “Crm online e Crm 2011 girino sulla stessa piattaforma”. Su quest’ultimo discorso, Andreoli sottolinea come i partner possono avere un ruolo importante soprattutto verso quei clienti che decideranno di passare da una piattaforma concorrente a quella Dynamics e Andreoli cita Salesforce.com o Oracle.

“I partner possono aiutare i clienti che decideranno di passare alla piattaforma di Microsoft Crm, aiutandoli anche sul fronte dei costi di migrazione. Microsoft garantisce un ritorno di 183 euro ai clienti per ogni postazione migrata – spiega Andreoli – un investimento importante per Microsoft”.

Un discorso di pricing competitivo perché Microsoft non fa differenze di prezzo a seconda dei moduli che i clienti andranno ad acquistare e soprattutto un prezzo che non si differenzia a seconda dell’accesso: dal web al device che possa essere Iphone, Blackberry, iPad. Sergio Artuso, partner Cluster Reply, sostiene l’offerta di Microsoft presenta dosi come uno dei partner principali di Microsoft.

E lo fa sottolineando come sia giunto il momento di parlare e di pensare in cloud, sia per le grandi sia per le Pmi. Dopo una prima fase interrogativa sulle effettive capacità di sostenere il conto economico di un’impresa, siamo entrati nel dettaglio parlando di cloud e benefici.

Il software della soluzione Crm di Microsoft è identico sia che si parli di versione on premise sia in hosting, quindi è efficace sia per le Pmi sia per le grandi aziende”, afferma Artuso. “Mentre le Pmi sono più agili al cambiamento per la grande organizzazione il cloud è un vantaggio”, conclude.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore