Microsoft lascia la sede di Peschiera

Strategie
0 0 Non ci sono commenti

Da sempre con uffici tra Segrate e Peschiera Borromeo, Microsoft cambia sede ed entra in Milano dal prossimo febbraio. Complice la ristrutturazione di questi anni

Era quasi inimmaginabile che Microsoft lasciasse la sede tanto decantata e aperta solo pochi anni fa, con un “trasloco di massa” dalla sede di Segrate fatto proprio l’8 luglio del 2011. Cinque anni esatti fa.
Da febbraio 2017, Microsoft lascerà Peschiera Borromeo per entrare in Milano, nel primo edificio italiano pubblico progettato da Herzog & De Meuron, per conto del Gruppo Feltrinelli, nella nuova area di Porta Volta. Un edifico a piramide che Microsoft andrà ad occupare grazie a un accordo con Coima Sgr, che gestirà l’immobile (tramite la costituzione del Fondo Feltrinelli Porta Volta).
Una scelta che arriva dopo anni in cui l’azienda ha ristrutturato la sua compagine, che oggi conta 600 dipendenti in Italia. Quanto sia l’investimento per lo spostamento degli uffici non è ancora noto. La sede di Peschiera Borromeo, inaugurata ai tempi dall’amministratore delegato precedente, Pietro Scott Jovane, vantava ecosostenibilità, un campus innovativo, una flessibilità lavorativa dei dipendenti che avrebbe portato a un aumento del business del 50% nei quattro anni a seguire. Così non è stato.

La nuova sede di Microsoft in Porta Volta
La nuova sede di Microsoft in Porta Volta
Anche nei nuovi uffici, su 6.000 metri quadrati e non più su 20.000, la filosofia di base sarà quella di  uno spazio di smartworking, dove i dipendenti, senza postazione fissa, potranno collaborare e incontrarsi. Ma incentivato sarà il lavoro da remoto, che non necessita la presenza in sede. “La conciliazione delle esigenze personali e professionali sono il fulcro attorno al quale ruotano la gestione del tempo e il modo di lavorare e dove la flessibilità diventa un importante strumento per il raggiungimento degli obiettivi” dichiara il comunicato ufficiale rilasciato oggi da Microsoft. Spazi dedicati a riunioni, formazione, incontri con i partner saranno predisposti oltre che l’impiego di tecnologie di SmartBuilding esensori IoT per raccogliere informazioni sul funzionamento della nuova sede. Saranno adibiti laboratori, classi digitali e spazi per gli utenti.
Carlo Purassanta, Amministratore Delegato Microsoft Italia, ha dichiarato: “La nuova sede si ispira a quattro importanti elementi chiave che oggi fanno parte della cultura di Microsoft, un’azienda che sta contribuendo all’evoluzione digitale del nostro Paese: flessibilità, collaborazione, apertura ed innovazione”. Esattamente quello che Scott Jovane aveva detto nel 2011.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore