Microsoft sotto le aspettative nel secondo trimestre: non decolla il mercato tablet

News
borsa-economia-decisione@shutterstock

Microsoft accusa il rallentamento delle vendite nel settore dei Pc e nel secondo trimestre dell’anno non batte le stime degli analisti registrando ricavi per 19,9 miliardi di dollari, in calo del 10%: il mercato dei tablet non è ancora riuscito a decollare: un taglio ai prezzi dei tablet Surface RT ha pesato sui conti del gruppo per 900 milioni di dollari

Microsoft accusa il rallentamento delle vendite nel settore dei personal computer e nel secondo trimestre dell’anno non batte le stime degli analisti registrando ricavi per 19,9 miliardi di dollari, in calo del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e contro attese per 20,73 miliardi previsti dagli analisti. Il colosso di Redmond, stato di Washington, nel trimestre che si è concluso il 30 giugno scorso ha messo a segno profitti per 4,97 miliardi di dollari contro perdite da 492 milioni di dollari viste nell’anno prima. In termini di utili per azione, il risultato è passato a 59 centesimi da un rosso di 6 centesimi ad azione.

Al netto di voci straordinarie il dato si è fermato a quota 52 centesimi. Il mercato contava su un dato a 75 centesimi per azione. Secondo TMNews, anche il mercato dei tablet, sul quale Microsoft puntava molto per colmare il ritardo su colossi come Google e Apple, non è ancora riuscito a decollare: un taglio ai prezzi dei tablet Surface RT ha pesato sui conti del gruppo per 900 milioni di dollari. Le uniche buone notizie per la casa di Redmond arrivano dal settore della fornitura alle imprese, che ha fatto registrare un balzo delle vendite del 14% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, raggiungendo quota 7,2 miliardi di dollari. Il risultato negativo segue l’annuncio, arrivato la settimana scorsa, di un piano di ristrutturazione voluto dall’amministratore delegato Steve Ballmer che prevede di puntare tutto sui servizi e i dispositivi mobili. In attesa dei conti, arrivati dopo la chiusura di Wall Street, il titolo ha ceduto lo 0,84% a 35,44 dollari per azione. Nell’after-hours è stato punito arrivando a perdere quasi il 7% a 33,09 dollari per azione circa.

La ristrutturazione di Microsoft dal colosso del software ad azienda di “dispositivi e servizi” può dunque ridurre i profitti. Il titolo di Microsoft cedeva del 6.3%, dopo un incremento del 33% dall’inizio dell’anno. Il peggior tonfo dell’anno, fa notare Pacific Crest Securities.

Quarto trimestre di Microsoft
Quarto trimestre di Microsoft

Secondo IDC il mercato Pc è crollato dell’11%. E Microsoft ha venduto 900 mila Surface negli scorsi due trimestri, ma poi ha tagliato del 30% il prezzo del Surface RT: 150 dollari di sconto, da 499 a 349 dollari; il 25% di riduzione per il modello da 64 GB, ora venduto a 499 dollari. Windows detiene il 3,7% del mercato tablet, secondo IDC. Ma il mercato tablet è destinato a superare quello Pc entro il 2015.

Il calo delle vendite Pc fa soffrire anche Office, anche se regge. Microsoft conferma di aver venduto 100 milioni di copie di Windows 8.L’unità di Windows ha riportato 4.4 miliardi di dollari di ricavi, sotto le attese; utili dimezzati, da 2.42 miliardi a 1.1 miliardi di dollari. “La scala di complessità dell’ecosistema Windows richiede tempo, ma stiamo procedendo per progressi incrementali” ha di chiarato Hood, che sostituisce Peter Klein da maggio. Mentre i tablet cannibalizzano le vendite di Pc, Microsoft deve accelerare sul Mobile. Grande miglioramento per i servizi online, che tagliano le perdite a 372 milioni di dollari. Anche la divisione Entertainment and devices  è in rosso per 110 milioni di dollari: sta per debuttare la nuova Xbox One di Microsoft. La divisione business di Office riporta utili per 4.87 miliardi su 7.2 miliardi di dollari di fatturato.

Per fortuna va meglio l’enterprise. L’unità servers and tools unit ha chiuso il quarto trimestre con entrate operative per 2.35 miliardi su 5.5 miliardi di dollari di fatturato. Danno segni positivi: l’online, con l’aumento di domanda per Office 365, Outlook.com e Skype; Office 365 registra ricavi annuali da 1.5 miliardi di dollari; crescita a doppia cifra per SQL Server e System Center; Microsoft ha tagliato la guida alle spese da 31.9 a 31.3 miliardi di dollari; nell’anno Microsoft ha speso 10.41 miliardi in R&D, rispetto ai 9.81 miliardi dell’anno fiscale 2012.

Steve Ballmer sta riorganizzando l’azienda per spostarsi nel Mobile, fra servizi cloud e disposirivi mobili. L’azienda di Redmond sta rifocalizandosi su servizi Internet che girano sui data center di Microsoft.

Con il prossimo lancio di Windows 8.1 (già in Preview da giugno, in RTM da agosto), arriveranno sul mercato più convertibili, ibridi “2 in 1” touch screen, a prezzi inferiori. Microsoft potrebbe lanciare per Natale un Surface da 7 pollici, i mini tablet dai prezzi appetibili. Il mercato Pc rimane nel frattempo sotto pressione, mentre gli utenti preferiscono smartphone e tablet. Ma, purtroppo, non Surface RT. “Sappiamo di dover fare meglio, in particolare nei ispositivi mobili,” ha ammesso Amy Hood, intervistata da Reuters. E la ristrutturazione va nel verso giusto.

Conoscete Windows 8? Misuratevi con un Quiz!

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore