Migliorare la vita

News

I manager italiani cambiano lavoro non per avere un migliore stipendio, ma per migliorare le proprie condizioni professionali.

Secondo una indagine condotta da Asa Executive Search, societ del gruppo Accord, i manager italiani cambiano lavoro in genere ogni cinque anni. Ma ci che li spinge al cambiamento non tanto laumento di stipendio, bens la ricerca di un posto di lavoro migliore dal punto di vista professionale, che permetta di partecipare a progetti importanti, in un ambiente stimolante. Lo studio stato effettuato su un campione di 200 manager di aziende medio grandi. Prima di prendere la decisione finale, per, il manager tenta di trovare soluzioni allinterno dellazienda dove lavora, e se non trova motivazioni valide se ne va 80 su 100 affermano di essere stati costretti a cambiare, in quanto non hanno avuto possibilit di crescere professionalmente, mentre i restanti hanno avuto diverbi con il proprio capo o hanno deciso di cercare nuove opportunit. La voglia di cambiare pi forte nei dirigenti pi giovani. Fino a 35 anni, il desiderio di fare carriera e di guadagnare di pi, spinge il manager a cambiare lavoro mediamente ogni tre anni. Successivamente invece, prevale la ricerca di migliori condizioni professionali. Rilevante anche laspetto famiglia il 65% sostiene di prendere le decisioni tenendone conto, soprattutto se c di mezzo un trasferimento. Il restante si ritiene pronto ad affrontare trasferimenti senza essere accompagnato dai propri famigliari.