Mobotix, ecco le telecamere prive di sfocature

Prodotti

Grazie all’ottimizzazione Low-Light di Mobotix, i nuovi modelli di telecamera IP da 5 Megapixel D25, M25 e Q25 forniscono immagini ad alto contrasto e prive di sfocature generate dal movimento

Grazie all’ottimizzazione Low-Light di Mobotix, i nuovi modelli di telecamera IP da 5 Megapixel D25, M25 e Q25 forniscono immagini ad alto contrasto e prive di sfocature generate dal movimento.

Oltre a una sensibilità alla luce notevolmente più alta rispetto ai modelli precedenti, i nuovi modelli offrono oltre il doppio di pixel rispetto allo standard di immagine Full HD.  Tra le principali novità da segnalare, la funzione di rilevamento dei movimenti di nuova concezione: indipendentemente dal fatto che siano presenti oggetti di grandi dimensioni in primo piano e oggetti piccoli in secondo piano, il MxActivitySensor integrato consente la registrazione dei video o l’attivazione di allarmi solo se nell’immagine avviene effettivamente qualcosa di importante. immagine_nuove_telecamere_M25-D25-Q25_131209

Elementi di disturbo quali alberi che ondeggiano al vento, ombre, nuvole in movimento o nevicate vengono eliminati grazie al sensore di movimento configurato sia automaticamente che manualmente, con la possibilità di selezionare un’area precisa dell’immagine e la direzione del movimento degli oggetti.  I tre modelli sono resistenti alle intemperie, funzionano a temperature da -30 a +50 °C e si distinguono solo per via del design e dei sensori aggiuntivi.

Mentre infatti la D25 è una telecamera compatta, studiata sia per ambienti interni che esterni e può essere dotata di un sistema di protezione antivandalo, la M25 dispone di un microfono ed è stata progettata specificamente per resistere a condizioni meteorologiche estreme. Caratteristica principale della nuova Q25, che la contraddistingue dagli altri modelli della stessa famiglia, è invece quella di generare immagini panoramiche a 180 gradi, in grado di sorvegliare un intero ambiente in maniera completa, ovvero senza “zone morte”. Ciò consente di monitorare una scena molto più semplicemente che non con una configurazione di più telecamere installate in diversi punti. Il fatto che la funzionalità di zoom dei dettagli sia comunque disponibile consente di ridurre considerevolmente il numero di telecamere e i costi.

Tutti i nuovi modelli di telecamera ora dispongono anche del collegamento MxBus che consente di integrare con facilità funzioni aggiuntive della GPS-Box tra cui, oltre alla posizione, alla temperatura dell’ambiente e al grado di luminosità, anche i tempi esatti per la registrazione video. In tutti i modelli, la registrazione avviene sia sulla scheda SD interna che su uno stick USB oppure, tramite rete IP, su unità disco rigido NAS con capacità di memorizzazione praticamente illimitata.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore