Motta (HP): Missione ecosostenibilità

Strategie
Luca Motta, PPS Printing Category Director di HP in Italia

Luca Motta, PPS Printing Category Director di HP in Italia, spinge i servizi gestiti di stampa e la missione precisa verso l’ecosostenibilità, che le nuove stampanti della famiglia OfficeJet sposano in pieno

Il mercato printing si sta rivoluzionando, sia per la grande innovazione della tecnologia negli ultimi anni, sia per le esigenze del cliente che affronta anche in ambito printing e aziendale le sfide dettate da big data, cloud e mobility.

Ne è consapevole Luca Motta, PPS Printing Category Director di HP in Italia, che si interfaccia con clienti che quotidianamente cercano soluzioni per risparmiare costi, avere accesso sicuro alle informazioni con soluzioni scalabili che seguono le esigenze del business, in un mercato del printing che si è stabilizzato negli anni.
Innovazione, qualità, risparmio e rispetto dell’ambiente sono i quattri pillar che già Tino Canegrati, VP e general manager di HP Printing & Personal Systems Group in Italia, aveva elencato come elementi portati della strategia printing (in occasione della venuta in Italia dell’inchiostrologo Thom Brown e della presentazione della famiglia delle HP Officejet Pro X)

Luca Motta, PPS Printing Category Director di HP in Italia
Luca Motta, PPS Printing Category Director di HP in Italia

Da questo punto di vista HP sta lavorando su tre filoni contemporaneamente: mette a disposizione innovazione tecnologica e R&S con un nuovo approccio nel mondo delle inkjet che riduce costi e ottimizza gli investimenti; analizza i flussi di lavoro in modo concreto (“La tematica dei flussi di lavoro è sempre più critica in azienda, soprattutto perché impatta sui costi” precisa Motta); si focalizza su soluzioni a valore e sui servizi di stampa gestiti che consentono di spostare i costi da fissi a variabili “tema a cui gli utenti fanno molta attenzione, perché è una modalità che permette agli utenti di  dimensionare a seconda del business. Oggi siamo in grado di garantire ai clienti un risparmio energetico attorno al 20-30%” precisa Motta.

I clienti possono chiedere a HP anche una consulenza su obiettivi finanziari, progetto per raggiungere gli obiettivi. “Se un’azienda è di media complessità ci vogliono un paio di mesi per stendere il progetto – argomenta Motta -. Le pmi guardano con molta attenzione al risparmio dei costi, e le nostre soluzioni sono meno complesse rispetto al passato e più standardizzare, questo permette loro la protezione totale degli investimenti”.

Un comparto quello del printing in cui pesa molto la contraffazione di toner e cartucce. “Il nostro impegno è nello spingere il mondo del colore anche per una serie di applicazioni che necessitano stampe arricchite da materiale scaricato dal web, e il no dichiarato alla contraffazione, con attenzione alla eco-sostenibilità dei materiali, ai processi di smaltimento, ai programmi con i partner che devono essere in grado di dare supporto progettuale nella definizione dei servizi di stampa gestiti”.

La missione precisa sulla ecosostenibilità passa da risposte concrete in termini di emissioni di CO2 e rumorosità delle nuove stampanti, e anche dal progetto HP Planet Partners che consente di riciclare le cartucce di stampa originali di HP con un processo a ciclo chiuso.
Per il 2014 la strategia è di crescere con le nuove inkjet nel mercato enterprise, ma allungando la presenza sempre più nel comparto pmi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore