Natale 2010: parte il toto regalo

Strategie

Nielsen Buzzmetrics, eBay, Kelkoo, comScore e Google Products mettono le compere di Natale sotto la lente. Ecco cosa forse finirà sotto l’albero nel 2010: tra i più gettonati Microsoft Kinect, Apple iPhone 4 e iPad, smartphone Samsung, Htc e Lg con Android

Mentre gli analisti si interrogano se le vendite di iPad e tablet rallentano o no, Nielsen, eBay, comScore iniziano a sondare il terreno per scoprire quali saranno le Hit di questo Natale. Ecco le prime stime. Parte il countdown per le feste natalizie: Nielsen consiglia di ascoltare la rete per essere preparati sullo scaffale, perché oggi orienta gli acquisti soprattutto il “passaparola sui regali di Natale”; eBay ricorda che il budget di Babbo Natale si aggira sui 5 miliardi di euro in Italia.

Nielsen ha sviluppato attraverso BuzzMetrics uno studio quali-quantitativo del passaparola digitale per analizzare quanto e in che modo si è parlato dei regali lo scorso anno e quali categorie merceologiche e prodotti hanno avuto maggior risonanza in rete, in termini di preferenze d’acquisto. Tra il 15 Novembre 2009 e il 15 Gennaio 2010 il “word of mouth” (passaparola) in rete sui regali ha generato oltre 36 mila conversazioni. I telefoni cellulari e in particolare gli smartphone sono stati i più desiderati e regalati, coinvolgendo il 21% delle conversazioni; il 18% dei messaggi hanno riguardato l’abbigliamento, mentre nel 14% delle discussioni console e videogiochi sono stati valutati come potenziali oggetti da trovare o far trovare sotto l’albero. Per la cronaca: Microsoft Kinect ha già venduto un milione di pezzi in dieci giorni e promette di essere uno dei regali più gettonati. “Quest’anno sarà di grande interesse seguire le discussioni online su Kinect, la nuova interfaccia di gioco Xbox che a pochi giorni dal lancio vede impennare l’interesse online”, dichiara Cristina Papini, responsabile del servizio BuzzMetrics di Nielsen in Italia, “Ma gli oggetti del desiderio digitale saranno anche altri: i gioiellini Apple iPad e iPhone4, il nuovo sistema operativo Android che equipaggia HTC, Samsung e LG, solo per citarne alcuni”.

Secondo Tns International per eBay, le donne fanno più regali, ma spendono meno degli uomini, che, al contrario, limiteranno il numero, ma andranno su doni costosi: i regali di Natale quest’anno ci costeranno circa 5 miliardi di euro. Le donne sono “innamorate” del clima natalizio, ma stanno più attente alle spese più degli uomini. Quasi 7 milioni di Italiani si rivolgeranno anche all’e-commerce per i loro acquisti natalizi.

Il 31% dei nostri connazionali farà quest’anno molti più acquisti online rispetto al 2009. Lo shopping online promette di risparmiare tempo e denarom e consente di acquistare 24h su 24h. Il primo dicembre è la data più “calda” per lo shopping natalizio su eBay Italia.

Il regalo più richiesto è un viaggio, ma si è rassegnati a ricevere vestiti e libri, nonostante un 36% faccia allusioni al regalo desiderato e il 18% faccia addirittura una richiesta diretta e precisa.

Kelkoo prevede un Natale retail in versione Austerity, ma vede rosa per l’online. che l’aumento delle vendite del comparto retail in occasione del Natale subirà un rallentamento in Europa, con un incremento complessivo pari allo 0,8% (2,4 miliardi di Euro) quest’anno, rispetto all’1,8% (5,4 miliardi di Euro) registrato tra il 2008 e il 2009.  Quest’anno, l’Italia vedrà un calo della spesa complessiva per il Natale, con una previsione di riduzione delle vendite totali pari allo 0,5% (222 milioni di Euro), rispetto ad un aumento del 2,4% (1 miliardo di Euro) registrato nel periodo 2008-2009.

Complessivamente, si prevede che le vendite del periodo natalizio raggiungeranno 313 miliardi di Euro in Europa nel 2010, laddove le vendite online ammontano a 32 miliardi di Euro ovvero il 10,3% della spesa complessiva dei consumatori.

In Italia, si prevede che le vendite natalizie ammonteranno nel 2010 a 44,3 miliardi di Euro, di cui 683 milioni di Euro (1,5%) dovrebbero essere spesi online, il che equivale a 1,5 centesimi per ogni Euro speso, rispetto ad 1 centesimo nel 2008. Le previsioni rivelano un calo delle vendite europee offline per il periodo natalizio pari all’1,4%, dai 284,9 miliardi di Euro dello scorso anno ai 280,9 miliardi di Euro nel 2010, equivalente ad una diminuzione di 4,1 miliardi di Euro. In Italia, per le vendite offline si attende un calo dello 0,8%, dai 44 miliardi di Euro del 2009 ai  43,6 miliardi di Euro nel 2010.

Al contrario, in occasione delle festività natalizie in Europa le vendite online dovrebbero aumentare del 51,4% ovvero 10,9 miliardi di Euro rispetto al 2008, e del 25,1% (6,4 miliardi di Euro) questo Natale rispetto al 2009. La spesa online in Italia dovrebbe aumentare del 19,7% per un totale di 113 milioni di Euro rispetto all’anno scorso. Questo Natale, l’Italia dovrebbe registrare un aumento della crescita online anno su anno pari al 19,7%, davanti a Germania (17,3%), Norvegia (16,4%) e Danimarca (11,7%).

Tra i regali natalizi Kelkoo prevede la spesa maggiore per abbigliamento (vestiti e calzature) (54,2%), seguito da gadget ed elettronica (19,5%), giocattoli (12,7%) e cosmetici (12,1%). Il Regno Unito spenderà la cifra più alta complessiva per il Natale (756,44 Euro), seguito da Svezia (637,31 Euro) e Spagna (623,07 Euro). I Paesi Bassi (442,65 Euro) e la Francia (511,87 Euro) spenderanno complessivamente le cifre più basse insieme all’Italia (563,5 Euro). Le famiglie inglesi spenderanno invece la cifra più alta in Europa in gadget (115 Euro) e giocattoli (83,68 Euro), quelle norvegesi in cosmetici (60 Euro), mentre gli italiani spenderanno più di ogni altra nazione europea in abbigliamento e calzature (161,42 Euro). Si prevede che le famiglie italiane spenderanno online 4% del budget natalizio.

Per il Natale Google ha messo a punto Products, per dare una mano nella scelta dei regali, ma anche per informare gli acquirenti sulla disponibilità di un determinato prodotto negli esercizi commerciali localizzati nelle vicinanze. Google Products informerà sui prodotti preferiti dagli altri utenti e consentirà di condividere le opinioni sugli oggetti acquistati. L’applicazione per Android è dedicata allo shopping, con Google Shopper, che, distribuita ora in versione 1.3, permette di utilizzare attraverso uno smartphone le stesse funzionalit
à disponibili con Products.

Infine ComScore prevede che l’e-commerce negli Usa cresca fra il 7 e il 9% durante questo shopping natalizio.
Per le vacanze, Amazon prevede vendite fra i 12 e i 13.3 miliardi di dollari, con un incremento compreso tra il 26 e il 40 percento rispetto all’ultimo trimestre del 2009.

Secondo Consumer Electronics Association i consumatori spenderanno in media 750 dollari nei regali natalizi. Un calo del 2% che è in linea con il momento economico che stiamo vivendo, secondo Bloomberg. First Empire Asset Management ritiene che a beneficiare delle vendite natalizie sarà Apple, grazie a iPad, iPhone 4, MacBook Air e la rinnovata Apple Tv. In grande spolvero è anche Samsung, con Galaxy Tab e lo smartphone Galaxy S. Secondo Ingram Micro, il mercato consumer cresce ma più lentamente del mercato business. Ormai il Natale è alle porte e misureremo la febbre da e-commerce natalizio.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore