Nectar, pagamenti cashless con carta fedeltà. Nuovo managing director in Italia

News

Nectar promuove l’idea dei pagamenti cashless per fare percepire il valore di una carta fedeltà che, pur non essendo una carta di credito, abilita ai pagamenti senza contanti. I punti accumulati si trasformano in acquisti. Fausto Tarditi nuovo managing director in Italia

A partire da gennaio 2015 Fausto Tarditi è Managing Director di Nectar Italia, l’azienda che gestisce oltre 11 milioni di iscritti nel suo programma fedeltà multipartner a livello nazionale. Un’azienda che conosce dal 2010, dove era entrato come direttore Crm e successivamente con il ruolo di Client Service Director, con l’incarico di gestire e implementare nuovi servizi per i principali partner del programma. Un programma che vede tra gli affiliati una coalizione di brand e che permette di utilizzare la carta come una vera propria valuta.

 

Fausto Tarditi è Managing Director di Nectar Italia
Fausto Tarditi è Managing Director di Nectar Italia

Sempre più infatti sta prendendo piede la cashless society, una società nella quali i pagamenti senza contatti diventeranno la normalità e saranno molti diffusi nei paesi avanzati, anche per pagare servizi, in uno scenario di dematerializzazione sempre più spinto.

Tra le soluzioni alternative al contante ormai numerose (carte di credito e debito, pagamenti online e pagamenti mobili via smartphone, tablet, smartwatch..) le carte fedeltà hanno un ruolo importante nel mondo dell’acquisto al dettaglio non solo perché premiano la fedeltà con punti trasformati in moneta virtuale, ma perché abilitano i pagamenti cashless, senza prevedere l’utilizzo di una carta di credito o di una soluzione Nfc.
Lo stesso vale per la carta Nectar che offre la possibilità di utilizzare i punti come vera e propria valuta all’interno della famiglia di punti vendita connessi al programma (Simply, IP, le profumerie Ethos, Unieuro, Saldi Privati, Tamoil etc.) vivendo una vera e propria esperienza cashless.

In uno scenario più ampio, il cashless gode di tre vantaggi: offre la possibilità di pagamenti sicuri, veloci ed efficienti.
Le opportunità legate alla digitalizzazione riguardano inoltre la lotta all’evasione fiscale, la sicurezza delle transazioni, l’emersione del sommerso, la maggior trasparenza e l’aumento della competitività. Solo il mercato dei pagamenti mobili passerà dai 12.8 miliardi di dollari nel 2012 ai 90 miliardi di dollari nel 2017, registrando una crescita del 48% rispetto al 2012 (fonte Forrester Research).

Tarditi con una carriera ventennale nel retail marketing, annovera fra l’altro l’esperienza in Esselunga, dove ha curato il lancio del programma di loyalty, la direzione marketing e lo start up dell’e-commerce, oltre ad avere recentemente ricoperto la carica di Coo in Rewe.

Per i primi cinque anni la filiale italiana di Nectar (parte del gruppo Aimia) era stata diretta da Gerard Whelan, che ricoprirà ora un nuovo ruolo internazionale.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore