Nel 2012 Dpcs diventa divisione software e servizi di Mauden

News

Mauden chiude l’anno fiscale 2010-2011 con una crescita di fatturato del 5% e annuncia che sono maturi i tempi per aspettarsi la totale integrazione di Dpcs, nel 2012, come divisione software e servizi

Nuovi progetti presso medie-grandi imprese e Pa, ampliamento delle collaborazioni, l’accordo con Dpcs (Data Processing Consulting Services) per potenziare la presenza e la copertura sul mercato nel settore dei mainframe, oltre al mondo dei sistemi aperti.

Sono questi alcuni dei punti fermi che Mauden imputa all’incremento di fatturato del 5% rispetto al periodo fiscale precedente. Nell’esercizio fiscale 2010-2011, concluso a fine aprile scorso, il volume d’affari complessivo si è infatti attestato sui 35 milioni di euro, confermando il trend di crescita. In particolare, la partnership siglata a metà anno fiscale con Dpcs, società attiva nella fornitura di servizi e software in ambienti IT di tipo enterprise, ha visto anche l’acquisizione di nuovi clienti, segno di un’accelerazione verso l’integrazione delel due società che si concretizzerà, entro i primi mesi del 2012, quando Dpcs diventerà divisione software e servizi di Mauden.

Il principale rapporto di collaborazione è con IBM, di cui Mauden è Premier Business Partner e uno dei principali operatori nazionali come volume di business, mentre altre importanti collaborazioni sono in atto con Brocade, Cisco, Citrix, Dell, Hp, Hitachi Data Systems, Oracle e VMware. I mercati di riferimento di Mauden sono l’ambito Finance, con numerose realizzazioni presso Banche e Assicurazioni, la Pubblica Amministrazione, sia centrale sia locale e quello delle medie imprese di rilevanza nazionale.

Roberta Viglione

Tra i nuovi ingressi nel portfolio della società, ci sono clienti del calibro di MediaMarket, Help Line, Call&Call, Cogetech e Lextel.
Grazie alle nostre scelte strategiche, archiviamo un anno molto soddisfacente, proseguendo nel nostro trend di crescita anche in un anno che non è stato facile per l’IT e l’economia in generale”, sottolinea Roberta Viglione, Presidente di Mauden. “Tra gli aspetti positivi che notiamo anche in questi primi mesi del nostro anno fiscale 2012, iniziato lo scorso maggio, va evidenziato l’ottimo andamento del nostro business nel settore bancario e in quello della Pubblica Amministrazione, mentre tra i progetti più ‘gettonati’, mantengono il primato le realizzazioni in ambito storage e quelle nella virtualizzazione dei server e dei desktop”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore