Netgear, Tv e rete sempre più una cosa sola

News

Netgear conferma la volontà di essere sempre più presente anche nel mercato dei prodotti consumer, con una serie di dispositivi per facilitare la fruizione di contenuti multimediali sulla rete domestica e con il televisore

Netgear ha cambiato pelle rispetto alle origini. Nata nel 1996 come fornitrice di soluzioni business per il networking, negli ultimi anni si è trasformata aggredendo con maggior decisione il mercato consumer, tanto da costituire una business unit dedicata al retail, proprio a partire da gennaio di quest’anno (le altre due sono quella Professional e Isp). L’azienda di San Jose fattura oggi un miliardo di dollari con i suoi 700 dipendenti, in crescita del 42% anno su anno e si posiziona nella classifica top 50 delle aziende che crescono più velocemente.

Michele Puzzolante, Responsabile Netgear per i Mercati Retail Italia e Spagna

In questo quadro si collocano gli annunci e le strategie per il 2012. Spiega Michele Puzzolante Sales Director retail Italy & Iberia: “Lo spostamento parziale verso il mercato consumer ha dato ossigeno al nostro business, perché siamo arrivati puntuali all’appuntamento con i fenomeni di convergenza ora in atto”. Portare il networking in casa significa oggi lavorare con i dispositivi di home entertainment: con i televisori, con gli scatolotti per il Video On Demand, ma significa anche offrire una soluzione pret-a-porter all’utente inesperto che vuole solo collegare le soluzioni e vederle lavorare insieme.

Netgear per questo vuole offrire le soluzioni ai bisogni più sentiti dai suoi clienti in uno scenario di questo tipo:

1. Il televisore è spesso lontano dal router o dalla presa ADSL, e invece ha bisogno di connettività.

2. Il mobile è in pieno sviluppo: si registrano picchi di connessione soprattutto nel fine settimana. E l’86% usa l’iPad proprio davanti al televisore.

3. Aumentano i giocatori online: sono 1,7 miliardi gli euro spesi dagli italiani nel 2011 per l’acquisto di giochi. L’82% di chi gioca lo fa online, per un monte ore complessivo di 21 milioni.

4. L’utente di casa è pronto a soluzioni di storage anche in cloud per Video, Foto, Audio, Dati. Gli utenti vogliono però i dati in locale, ma cercano un facile accesso ai dati in modalità IP, o comunque da remoto, preferiscono insomma soluzioni ibride.

Push2Tv Universale Wireless (PTVU1000)

Le linee di prodotto Netgear sembrano ritagliate su questi bisogni.

Per il primo scenario sono proposte le soluzioni Powerline, il sistema per portare la connettività Ethernet in ogni locale tramite la presa di corrente. E’ una tecnologia matura oggi, ma conosciuta da 20 anni e Netgear in Italia realizza il 20% del proprio fatturato complessivo in questo modo. “Il canale – spiega Puzzolanteottiene ottimi ritorni quando posiziona i sistemi Powerline non nel reparto informatica, ma proprio accanto ai televisori. E i dati di mercato (Gfk e altri) confermano che negli anni raddoppiano le famiglie che vogliono collegare i laptop alla Tv e triplicano gli utenti che scelgono la Tv che va su Internet. Mentre già più del 50% di chi ha un televisore Internet ready lo collega al Web. Certo a volte lo scenario è orientato al mercato americano, ma in Netgear su questi fenomeni rileviamo come il delay rispetto all’Europa sia di circa 12 mesi”.

Giusto per completezza di ‘catalogo’ Netgear mette a disposizione in questo ambito soluzioni Extender come WN2000RPT e WN3000RP, e soluzioni miste come Powerline XAVNB2001.

Per avvicinare i laptop alla Tv invece, Netgear propone Push2Tv Universale Wireless (PTVU1000), che permette di riprodurre direttamente i contenuti del notebook sullo schermo del televisore in Full Hd (1080p), anche in streaming dal Web. Il dispositivo si collega semplicemente via USB al computer e via Hdmi al televisore, come se si virtualizzasse il flusso dati Wifi.

Router N900 WNDR4500

 

Per lo zoccolo duro di clienti che identificano Netgear come fornitore di soluzioni modem/router resta a catalogo N600 Wireless DGND 3700 a 159 euro, ma per soddisfare i clienti delle cloud ibride con WNDR 3800 Netgear propone le soluzioni ReadyShare proprio in cloud e per il print. Sono soluzioni che facilitano al massimo la condivisione di risorse di storage e di printing. Arriva invece, tra i nuovi router, N900 WNDR 4500 (perfetta la compliance con DLNA e grande ampiezza di banda fino a 450 Mbps per ogni canale), questo N900 è previsto per il primo trimestre del 2012, mentre si lavora al nuovo standard WiFi 802.11 ac. Nel comparto degli strumenti di controllo dei dispositivi sulla rete domestica Netgear propone con i nuovi prodotti una dashboard di controllo intuitiva dal nome Genie (genio) con cui gli utenti possono essere facilitati nel controllo complessivo delle proprie soluzioni di connettività.

 

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore