Netvibes, per non sentire la mancanza di Google Reader

News
Netvibes DashBoard primo piano

SLIDESHOW – Dal primo di luglio Google Reader non offrirà più i propri servizi. Non mancano le alternative, ma per chi pensa che stia realmente cambiando il rapporto tra i lettori e i contenuti Netvibes offre un aggregatore di feed rss con tanti servizi integrati, con particolare attenzione agli analytics per le aziende e le agenzie

Dal 1 luglio 2013 Mountain View disattiverà l’aggregatore di feed rss, il popolarissimo Google Reader. Il responsabile del progetto, Richard Gringras, in una recente intervista a Wired ha spiegato che la scelta non è altro che la logica evoluzione di come cambia il consumo delle notizie e il modo di fruirne, fatto sta che la tecnologia dei feed rss, di per sè, è ancora molto utilizzata e probabilmente il cambiamento nel modo di cercare news sarebbe anche potuto passare dall’aggiornamento di Google Reader e non dalla fine del servizio. Nessun problema: tornano alla ribalta altre soluzioni.

Dopo aver provato diversi feed reader ‘puri’, la scelta che consigliamo a tutti i nostri lettori è Netvibes. Non si tratta di un semplice aggregatore di news, ma di una dashboard di servizi a tutto tondo, completamente gratuita per l’utilizzo personale. Non solo, si tratta di un servizio tutto gestibile via Web, su qualsiasi piattaforma, mobile e non, perfettamente personalizzabile che prevede anche l’integrazione degli account Twitter, Facebook, Google +, degli account di posta dei provider più conosciuti (Microsoft, Yahoo!, Gmail), dei servizi come Flickr! Non di secondaria importanza il fatto che è già presente e maturo con un ecosistema di migliaia di apps dedicate.

Netvibes la vista dei feed rss a widget
Netvibes la vista dei feed rss a widget

Allora però qual è l’arma in più!? Netvibes, a differenza di tante altre applicazioni, offre dashboard di analytics e servizi per l’aggregazione dei dati circa la reputazione del brand (tramite Open Corpus) , consente la ricerca in ambito social, permette di utilizzare apps per la condivisione dei contenuti in team. La differenza tra i servizi Premium (per agenzie e aziende) e quelli personali è quindi notevole, anche il prezzo: i servizi Premium costano 499 al mese, ma si possono provare gratuitamente per 15 giorni. Chi desidera invece utilizzare Netvibes come Vip, quindi con i servizi di assistenza paga 3,5 dollari al mese. Offriamo un’idea di tutti i servizi gratuiti con il nostro slideshow.

NetVibes

Image 1 of 11

net-vibes-widget-fondamentali

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore