Nokia potrebbe firmare un nuovo smartphone, ma serve un partner

News

Il ritorno di Nokia nel mondo degli smarphone non potrà avvenire prima dell’ultimo trimestre 2016 così come prevede l’accordo siglato con Microsoft, che l’anno scorso ha rilevato il ramo telefonico della società per 7,2 miliardi di dollari

Nokia potrebbe tornare a firmare uno smartphone, ma solo attraverso un partner a cui dare il marchio in licenza. Lo ha detto la società in un post in cui ha risposto alle voci che circolano da mesi in merito a un suo ritorno nel mercato della telefonia.

Secondo l’Ansa, l’eventuale ritorno non potrà avvenire prima dell’ultimo trimestre 2016 così come prevede l’accordo siglato con Microsoft, che l’anno scorso ha rilevato il ramo telefonico della società per 7,2 miliardi di dollari. Nei giorni scorsi, Microsoft ha visto la fuoriuscita dell’ex Ceo di Nokia Stephen Elop e ha tagliato 7800 dipendenti, soprattutto ex Nokia, dopo i 18 mila licenziamenti di un anno fa. “La giusta strada di ritorno ai telefonini è, per Nokia, attraverso un modello di licenza del brand”, si legge sul blog dell’azienda. “Ciò significa identificare un partner che possa essere responsabile di produzione, vendita, marketing e assistenza ai clienti”.

Lumia 640 Single Sim e 4G/LTE
Lumia 640 Single Sim e 4G/LTE

La via, in sostanza, è la stessa usata per il tablet Nokia N1, prodotto e distribuito dall’asiatica Foxconn. Questo perché, premette la compagnia scandinava, nell’aprile 2014 Microsoft ha rilevato quasi interamente il business ‘dispositivi e servizi’. Proprio di questa acquisizione, Microsoft ha appena ammesso, seppure implicitamente, il costo troppo alto. Ora Nokia cerca un partner che dovrebbe dedicarsi alla produzione, vendite, marketing e supporto clienti degli smartphone.

L’azienda che un tempo dominava il mercato cellulari e smartphone a livello mondiale, ha già fallito una volta ad adattarsi all’era dei dispositivi touchscreen e a competere con Samsung e Apple. Ma oggi il mercato smartphone è diventato ancora più competitivo e agguerrito: solo Apple fa il pieno di profitti (il 92%), seguita a enorme distanza da Samsung. Microsoft non uscirà dal mercato smartphone, ma ammette il bagno di sangue e getta in parte la spugna: competere contro iPhone e gli smartphone Android è durissima. smartphone@shutterstock

Secondo Good Technology (Mobility Index Report Q1 2015), rilasciato a maggio, Microsoft ha appena l’1% del mercato delle attivazioni mobili di fascia enterprise, contro il 70% di Apple iOS. Del resto, pure Blackberry potrebbe passare ad Android, ma il suo market share è crollato. In base all’accordo con Microsoft, che controlla il brand Lumia, Nokia non potrà rientrare nel mercato telefonini prima del quarto trimestre 2016. Ma se non troverà un “world-class partner”, pure l’azienda finlandese potrebbe rinunciare al progetto: È complicato. In questo mercato smartphone, dominato dall’inscalfibile duopolio Samsung – Apple, lo è ancora di più.

– Conoscete la storia di Nokia? Misuratevi con un Quiz!

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore