Numerazione fatture, vale l’identificazione univoca

News
partner, meeting, business meeting@shutterstock

Dal 1° gennaio 2013 non è più necessario ricominciare ogni anno la numerazione delle fatture, ma si può ricorrere a qualsiasi tipo di numerazione progressiva che ne garantisca l’identificazione univoca. Ogni contribuente può scegliere se adottare una numerazione progressiva oppure iniziare dal numero successivo a quello dell’ultima fattura emessa nel 2012. Lo spiega l’Agenzia delle entrate

Numerazione fatture, l’importante che resti l’identificazione univoca.

Dal 1° gennaio 2013 non è più necessario ricominciare ogni anno la numerazione delle fatture, ma si può ricorrere a qualsiasi tipo di numerazione progressiva che ne garantisca l’identificazione univoca. Di conseguenza, a decorrere da questa data, ogni contribuente può scegliere se adottare una numerazione progressiva che, partendo dal numero 1, prosegua ininterrottamente per tutti gli anni di attività oppure iniziare dal numero successivo a quello dell’ultima fattura emessa nel 2012.

Sono alcuni dei chiarimenti contenuti nella risoluzione n. 1/E del 10 gennaio 2013che soffermandosi sugli effetti della nuova formulazione dell’articolo 21, comma 2, lettera b), del Dpr n. 633 del 26 ottobre 1972, individua nell’univocità il requisito essenziale della numerazione progressiva della fattura. A tale fine nel caso in cui risulti più agevole, il contribuente può continuare ad adottare il sistema di numerazione progressiva per anno solare, in quanto l’identificazione univoca della fattura è, anche in questo caso, garantita dalla contestuale presenza nel documento della data che costituisce un elemento obbligatorio della fattura. Qualche tempo fa, Assosoftware era intervenuta dando le proprie specifiche alle software house. In sostanza, Assosoftware specificava che:

Nel caso di scelta per una numerazione univoca per tutta la vita dell’azienda, la numerazione del 2013 inizia comunque con la fattura numero 1 e solo dal 01/01/2014 prosegue quella del 2013.

– In alternativa ad una numerazione univoca per tutta la vita dell’azienda, sia possibile mantenere una numerazione progressiva per anno solare (che si azzeri quindi ad ogni inizio anno) costituendo l’anno una “serie” che rende univoca la numerazione, alla stregua del sezionale contabile.
Tale condizione (i.e. “serie” costituita dall’anno solare) può essere rappresentata nel documento fattura in modo libero, purché sia chiaramente identificabile l’anno solare di riferimento(es. 00001/2013 o 00001 anno 2013 o qualsiasi altra rappresentazione in cui è presente l’anno nel documento).

– In tutti gli adempimenti relativi alla tenuta della contabilità e alle comunicazioni telematiche (es. Spesometro), qualora la “serie” che identifica in modo univoco la numerazione delle fatture sia costituita dall’anno solare o da anno e sezione(sezionale o attività), non siano necessari interventi particolari, essendo l’anno solare e la sezione sempre rappresentati chiaramente nei registri IVA”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore