Nuovi managed services Gateway per gestire da remoto i problemi dei clienti

Strategie

Antonio Papale, Emea Gateway division director e Roberto Santarelli, Gateway Italy Division Head spiegano a Smau 09 i prossimi passi della società. Nuovi computer e, fra un paio di settimane, l’annuncio mondiale sui server

Gateway ha scelto la piazza di Smau 2009 per presentare l’ultima soluzione di managed services e la piattaforma ad hoc per garantire tempestivamente l’intervento dei partner sulle necessità e richieste dei clienti. Ma non è tutto qui

In futuro potrebbero esserci altre novità legate ai managed services con sbocchi nel mondo finanziario. Anche Gateway ha confermato a Channel Insider l’interesse verso le novità legate alla gestione o l’erogazione di servizi finanziari. E chissà che tutto questo non possa avvenire con una nuova soluzione managed services.

La società non si è sbilanciata molto, ma ha lasciato intuire l’interesse e confermato l’incontro con alcune finanziarie.
Roberto Santarelli, Gateway Italy Division Head, precisa che Gateway ha adottato la strategia del 100% canale indiretto e la commercializzazione di soli prodotti business.

In particolare, poi si è soffermato sui managed services e ha specificato l’utilità degli stessi in relazione ai margini di partner. “Secondo uno studio annuale realizzato da Iped, in media vendere un servizio attraverso modalità tradizionale produce un margine tra il 20 e il 23%. A parità di servizio che si dà al cliente finale, l’utilizzo dei managed services alza la marginalità sul contratto al 70%”, precisa Santarelli.

Un margine così alto grazie a una piattaforma che aiuta il partner a intervenire direttamente via web senza recarsi presso la sede della clientela. Tutto questo comporta un risparmio di costi operativi, riduzione dei rischi associati alle attività It. In questo modo i clienti potranno concentrarsi sul proprio business senza occuparsi dell’infrastruttura It.

Qualche mese fa Gateway ha lanciato il programma per il canale Business First Partner Program. Antonio Papale, Emea Gateway division director aveva sottolineato come i reseller coinvolti sarebbero stati pochi e selzionati. “In Italia saranno al massimo 35 reseller divisi tra Var e dealer che si rivolgono al nostro target predefinito cioè la media grande impresa”, spiegava.

Ma in quell’occasione, Papale lanciava già un segnale di quello che ora sta diventando certezza. “Vogliamo certificare un numero limitato di partner e dare loro concreti benefici, come per esempio la delega dell’assistenza tecnica, avranno la possibilità di intervenire sulle macchine che vendono ai loro clienti”, spiegava Papale, e così sembra andare la direzione del produttore.

Novità anche sul fronte dei prodotti. Papale dà le tempistiche. “Dal primo trimestre 2010, probabilmente in febbraio, – afferma – saranno sul mercato i primi Pc a livello professionale targati Gateway, mentre dal secondo trimestre del prossimo anno arriveranno i notebook. Mentre per i server, si dovrà ancora pazientare un paio di settimane, quando sarà fatto l’annuncio a livello mondiale della linea di server che copre le esigenze del mercato full range, da small a enterprise fino ad Hpc”.

Gateway ha presentato la nuova serie di notebook professionali per utenti aziendali della serie NS40 e la nuova serie di desktop DS10.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore