Nuvias, la distribuzione riparte da Nokia

News
meeting, accordo, accordo di distribuzione@shutterstock

Nuvias Group, che ha inglobato Zycko per l’ambito advanced networking, si racconta per voce di Piera Loche che la rappresenta in Italia. Fresco l’accordo di distribuzione con Nokia, più dettagliato il rapporto con Riverbed

Cambia il Dna delle aziende, cambiano i metodi di distribuzione, cambiano i mercati di approccio delle imprese vendor. E così è stato per Zycko, il distributore che ora fa parte del gruppo Nuvias, e allo stesso tempo lo è stato per Riverbed, storico vendor di riferimento per Zycko, che negli ultimi anni si è rimesso in gioco attraverso la figura di Vittorio Carosone, regional sales director di Riverbed in Italia. E’ Piera Loche, managing director di Zycko in Italia (Nuvias group), a svelare le carte di questo nuovo distributore che di fatto abbraccia diversi mercati di riferimento.

Piera Loche
Piera Loche

In Italia si concretizzano in cybersecurity, identificato nella figura del distributore Wick Nill; l’advanced networking, che farebbe capo alla figura di Zycko; e l’unified communication, con il distributore Siphon Networks. “Crescita a due cifre per il distributore, in Italia, superiore al 10% sul fatturato registrato sull’anno fiscale chiuso il 31 maggio 2017. Da gennaio a oggi– spiega Loche- abbiamo portato a bordo cinque nuove risorse e firmato accordi con nuovi vendor”. E, infatti, Nuvias, dopo Panasonic Business, è stato selezionato da Nokia come primo distributore pan-Emea e ha già iniziato a distribuire la gamma completa delle soluzioni Nokia in tutta la regione.

Per questa fase iniziale, Nuvias si sta concentrando sulle soluzioni d’integrazione hardware e software di IP routing e di optical transport networks, sulle infrastrutture di connettività delle reti in fibra ottica per edifici/campus, sugli open standard del DDI management software e sul software defined networking (Nuage). Questa collaborazione segna un passo avanti nella differenziazione delle strategie di go-to-market di Nokia, estendendo i partner di canale e la distribuzione a valore, con l’obiettivo di ampliare la presenza del brand nel settore Enterprise e nel mid-market nell’intera regione Emea.

Paul Eccleston, CEO di Nuvias Group
Paul Eccleston, CEO di Nuvias Group

L’accordo commerciale con un brand di importanza globale quale è Nokia, conferma una grande fiducia nei confronti di Nuvias e rafforza ulteriormente il nostro concetto di ridefinizione della distribuzione specializzata a valore, a livello internazionale. Nokia mantiene una posizione unica nei servizi di un mondo “sempre connesso”, con prodotti eccezionali, e siamo entusiasti di poter supportare il loro sviluppo e la loro crescita in tutta la regione Emea, lavorando con il nostro canale per incrementare le vendite nel mercato Enterprise e nel mid-market”, spiega in una nota Paul Eccleston, ceo di Nuvias Group.

Il mercato della distribuzione è in fermento. Tra accorpamenti, acquisizioni, fusioni, ecc., ci si sta rendendo conto di come il mercato, oggi, voglia specializzazioni e la trasformazione digitale, con l’era del cloud prima, sembra stia dettando la rotta di questo nuovo cambiamento. Anche Riverbed ha ampliato le nuove aree di attività, “siamo diventati unico training center per Riverbed come Nuvias e oggi, a livello europeo, abbiamo il portafoglio completo di Riverbed con tutte le tecnologie. Vorremmo espanderci sulle tecnologie emergenti”, spiega Loche. 

Vittorio Carosone, CA
Vittorio Carosone

“Abbiamo rivoluzionato il team, oltre a me ci sono due persone ex novo sul mercato italiano”, spiega Carosone. “Nuvias e Arrow sono i distributori, con i quali abbiamo capito che oggi si vende in modo differente sul mercato e lo facciamo attraverso tre direttrici:aiutare i partner che tramite Nuvias abbiamo portato a bordo e quelli che erano già presenti; poi azioni di direct touch per i grandi clienti e poi lo sviluppo del fenomeno del partner lead per far generare le opportunità di business. Sui mercati verticali ci stiamo muovendo sul manufacturing, retail e finance e i nostri clienti principali sono quelli che si stanno sviluppando all’estero”, chiude Carosone.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore