Occupazione giovanile, Google e Unioncamere si mettono in gioco

News
business school, meeting@shutterstock

“Crescere in Digitale” è un progetto che punta a formare giovani in cerca di occupazione e a inserirli nel mondo del lavoro attraverso tirocini formativi nelle imprese italiane. L’iniziativa, della quale fa parte sia Google sia Unioncamere, si inserisce nell’ambito del programma Garanzia Giovani

Google e Unioncamere si mettono in gioco per aiutare a “crescere nel digitale”. Auto-imprenditorialità, orientamento, alternanza scuola-lavoro, incontro fra mondo della formazione ed esigenze delle imprese, avvicinamento fra domanda e offerta di lavoro, innalzamento della competitività delle imprese attraverso l’economia digitale e la proiezione sui mercati internazionali. Queste sono le idee, espresse in una nota ripresa dall’Agi da Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere, su cui si fonda l’iniziativa promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.meeting, formazione, riunione@shutterstock

“Crescere in Digitale” è un progetto che punta a formare giovani in cerca di occupazione e a inserirli nel mondo del lavoro attraverso tirocini formativi nelle imprese italiane.  L’iniziativa si inserisce nell’ambito del programma Garanzia Giovani e prende spunto dal successo del progetto “Made in Italy: Eccellenze in Digitale”, portato avanti da Google e Unioncamere, che per avvicinare le Pmi italiane al web ha formato oltre 100 giovani e li ha incaricati di svolgere attività di sensibilizzazione ai temi del digitale, coinvolgendo oltre 20mila imprese in tutta Italia.

Attraverso l’iniziativa “Crescere in Digitale” agli oltre 500mila giovani iscritti a Garanzia Giovani sarà offerta l’opportunità di seguire un percorso formativo online, 120 laboratori di gruppo sul territorio e 3mila tirocini formativi della durata di 6 mesi e retribuiti (500 euro al mese).  Il progetto ha così il duplice obiettivo di offrire ai giovani in cerca di occupazione (i cosiddetti Neet, Not engaged in Education, Employment or Training) una professionalizzazione nel settore del digitale, andando allo stesso tempo a indirizzare attraverso l’offerta dei tirocini la necessità che le imprese italiane hanno di giovani qualificati che le aiutino ad avvicinarsi al potenziale di internet.

Questo progetto rappresenta un esempio significativo delle azioni che stiamo portando avanti per rafforzare e qualificare il programma Garanzia Giovani, nel segno dell’innovazione e di un ampliamento delle opportunità che vogliamo offrire ai ragazzi che si registrano. – ha dichiarato Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche SocialiSiamo convinti che un intervento formativo di qualità, che punta a far acquisire ai giovani competenze digitali anche attraverso tirocini nelle imprese, costituisca una leva essenziale per migliorare la loro occupabilità, che è l’obiettivo di Garanzia Giovani”.  

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore