Oracle alle prese con la generazione 2.0 del cloud

Strategie

Fabio Spoletini, Country leader Italy & VP Technology France-Italy di Oracle, ha aperto il Partner Day ricordando che il tema dominante per i partner oggi è la versione adulta del cloud. Programmi e incentivi ad hoc

Generazione 2.0 per il cloud dove la strategia delle aziende fa la differenza e dove è necessario investire sulla conoscenza della generazione 2.0 Iaas. Oracle porta di nuovo a Milano il suo evento per i partner. Accantonati, ma non troppo, gli annunci e i proclama sul cloud, ora si passa ai fatti, o meglio a una nuova fase che prende piede sulla scia del cloud stesso ma che cerca di trovare più concretezza. Fabio Spoletini, Country leader Italy & VP Technology France-Italy di Oracle, ha aperto la sessione ricordando che se “lo scorso anno il tema erano state le technology infrastrutturali, i sistemi ingegnerizzati, oggi la nuvola si fa grande e quindi, le aziende come Oracle, si muovono con questa intensità stando di fronte a una disruption. Oggi entriamo in una seconda generazione del cloud,  vincente, che accelera l’innovazione, dove la differenza la fa la strategia delle aziende”, spiega.

Fabio Spoletini
Fabio Spoletini

Eric Fontaine, Vp Alliance & Channel Western Europe ha parole buone per l’Italia dove ha sottolineato crescite quarter su quarter e piccoli progetti che sono sempre più cresciuti.

Quali vantaggi dell’essere partner Oracle sul cloud? “Le applicazioni del cliente possono essere portate on premise sul cloud oracle, oppure al Saas. Dall’hardware al software fino agli applicativi consente tante opportunità per completare l’offerta Saas di Oracle e i partner hanno anche la possibilità di pubblicare sull’Oracle marketplace: a oggi sono i 250 partner che hanno pubblicato”, spiega Robert Scapin, A&C Emea Partner Strategy & local Country strategy.Abbiamo un’offerta completa hardware e software e abbiamo sviluppato una cpu proprietaria in cloud di nuova generazione che da possibilità di essere best mover e crescere; a oggi sono 384 partner specializzati sul cloud in italia;  65 hanno aderito al cloud program; 68 sono i partner che rivendono sistemi e applicazioni solo di Oracle. Per quanto riguarda i programmi di canale, compreso quello sul cloud, parliamo di rebate e compensation aggiuntivi rispetto ai normali margini. Per chi porta nuovo business a Oracle, i rebate arrivano fino al 10% del deal on top dei margini e questa misura è importante perché abbiamo aggiunto più di 4 milioni di dollari”.

Robert Scapin
Robert Scapin

Jean Marc Gottero, Vp Emea A&C Cloud sales & strategy, si domanda come fare a spingere più velocmente il cloud e spiega ai partner che una grossa mano la può dare il comparto della security.

Luigi Cochetti, senior manager Emea Partner Engagement, sottolinea le nuove modalità per fare collaboration, e sottolinea come il ruolo dei millenials nelle imprese inevitabilmente aumenterà e già da ora devono iniziare campagne e una gestione della community online sempre più social, cosa che il manager di Oracle si appresterà a mettere in campo, sia con azioni di lead generation in chiave social sia attraverso vere e proprie campagne con l’obiettivo di puntare al social selling.

Giuseppe Facchetti, Director cloud Msp Programs, spiega che Oracle sta parlando di Hybrid cloud per fare passi graduali verso il cloud privato e, in aiuto dei partner, arriva il cloud Msp program nel quale c’è una stretta collaborazione tra Oracle e i managed service partner e conclude con due suggerimenti. Robert Scapin, Oracle

“Investire sulla conoscenza delle generation 2.0 Iaas e la collaboration, parlare con Oracle sulla base installata e quali sono i clienti da indirizzare e come Oracle può aiutare su quali sono le risorse che possiamo mettere a disposizone e che permette di lavorare in questa modalità”

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore