Oracle si rinnova

News

Aria nuova in Oracle, che riorganizza la struttura europea e nomina un nuovo
country manager per l’Italia.

Oracle si appresta a iniziare il nuovo anno fiscale, che si apre il prossimo
1° giugno, con una organizzazione europea rinnovata e con diverse novità. Tra
queste spicca la focalizzazione per soluzioni, una nuova suddivisione europea
per aree geografiche, l’integrazione con Siebel e un nuovo Country Manager per
il nostro paese. Sergio Rossi assumerà l’incarico, mantenendo però l’attuale
ruolo di vice presidente technology sales business unit.
Le novità fanno seguito alle molte acquisizioni, ben 19, portate a termine da
Oracle nel corso del 2005 con l’obiettivo di rafforzare la propria offerta e
acquisire le competenze e la massa critica necessarie per elevare il tasso di
innovazione all’interno del comparto It. Questo ha portato a un significativo
allargamento non solo dell’offerta prodotti, ma anche di soluzioni e servizi.
Per avere una presenza più incisiva sul mercato, la regione Emea (Europa, Medio
Oriente e Africa) è stata suddivisa in quattro aree: Western continental Europe,
che raccoglie i 13 paesi dell’Europa continentale; Regno Unito, Irlanda, Sud
Africa e Israele; Europa dell’Est; Medio Oriente e Africa. Sono state quindi
create quattro business unit specializzate: Infrastruttura tecnologica Oracle
10g, Erp, Crm e Oracle Consulting per i servizi.
I cambiamenti hanno portato con sé nuove nomine: la business unit Erp è stata
affidata a Carmelo Leonardis, Luisa Arienti assume invece la responsabilità
della divisione Crm e Walter Ruffinoni è il nuovo responsabile di Oracle
Consulting Italia. Roberta Toniolo è stata nominata vice presidente marketing
della Infrastruttura tecnologica Oracle 10g per la regione Western continental
Europe.