Panda Security (con Bludis): oltre alle licenze antivirus ora ci sono anche i servizi

News
Gianluca Busco Arré, Panda Security
0 0 Non ci sono commenti

Bludis sigla l’accordo di distribuzione con Panda Security. Quest’ultima punta allo sviluppo di un modello di business orientato all’offerta di un servizio e non più alla vendita di sole licenze antivirus

Bludis sigla l’accordo di distribuzione per il mercato italiano delle soluzioni e dei servizi per la sicurezza informatica di Panda Security. Le peculiarità, la struttura e il piano di sviluppo proposto da Bludis, distributore a valore aggiunto, incontrano gli obiettivi di Panda Security nell’immediato futuro.

La nuova partnership si fonda infatti su una precisa strategia messa in atto dal brand, ispirata a due specifiche esigenze. Da una parte si basa sull’opportunità di ampliare ancora di più la vendita delle soluzioni di sicurezza come servizio, dall’altra segue il percorso di un riposizionamento e conseguente consolidamento del vendor sul canale. Tra le ragioni principali che hanno agevolato l’accordo tra Bludis e Panda Security si trovano la condivisione di due principi chiave.

Il panorama della sicurezza informatica ha subito un’evoluzione sostanziale negli ultimi anni volta a un maggior livello di complessità, questo ha stimolato Panda Security a creare un nuovo approccio che vede lo sviluppo di un modello di business orientato all’offerta di un servizio e non più alla vendita di sole licenze antivirus. Questo stesso approccio è ampiamente condiviso da Bludis, che da anni opera sul mercato con un’identica impostazione.

Gianluca Busco Arré, Panda Security
Gianluca Busco Arré

“Il nostro obiettivo è quello di erogare servizi, comportandoci come se fossimo dei service provider. Ed è proprio questa attitudine che ci rende unici sul mercato” sottolinea Gianluca Busco Arré, country manager di Panda Security Italia. Questa unicità è stata a sua volta ben raccolta da Bludis che applica, nella selezione dei vendor, il criterio dell’esclusività delle soluzioni proposte. “Finalmente con Panda Security si è tornati a parlare di tecnologia, per troppi anni in questo mercato ci si è limitati a gestire solo numeri di licenze e prezzi” aggiunge Marco Finocchi, Business Unit Manager.

Un’altra tra le ragioni che hanno fatto incontrare Bludis e Panda Security è legata alla volontà di mantenere i rivenditori partner al centro dello sviluppo del business. Infatti, entrambe le realtà provengono da un’impostazione che privilegia la figura del reseller, posizionandolo come attore principale dell’intera filiera distributiva. Secondo Busco Arré “è fondamentale riportare il partner in primo piano, non può e non deve essere un “semplice” rivenditore di tecnologie. Ogni rivenditore deve arrivare ad essere un centro di competenza”. Sul concetto di competenza Bludis giocherà un ruolo chiave poiché da sempre investe al lato dei suoi vendor in attività di formazione, operazioni mirate di marketing e di lead generation per supportare passo dopo passo i suoi rivenditori.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore