Parallels Desktop 11, qualsiasi Windows sul vostro Mac

Prodotti

Parallels Desktop 11 è disponibile con il pieno supporto per Windows 10 e Cortana, e al rilascio di OS X El Capitan supporterà completamente anche l’ultima versione dell’OS di Apple. Migliorano le prestazioni e con la modalità Viaggio Parallels ha ridotto il consumo di risorse

A distanza proprio di un anno da Parallels Desktop 10, l’azienda statunitense aggiorna la versione del suo software per l’esecuzione di applicazioni Windows con il Mac. E così con Parallels Desktop 11 per Mac arrivano anche la Pro Edition e la Business Edition che sostituisce la versione Enterprise. La nuova versione porta come miglioramenti significativi l’incremento prestazionale fino al 50 percento e la possibilità di risparmiare risorse grazie alla modalità Viaggio, quando si utilizza Parallels lontani da una presa di corrente.

Pieno supporto per Cortana anche da applicazioni Mac, senza Windows 10 in primo piano
Parallels Desktop 11 – Pieno supporto per Cortana anche da applicazioni Mac, senza Windows 10 in primo piano

In verità quest’anno il periodo del rilascio di Parallel coincide con i primi giorni di vita pubblica di Windows 10 che ovviamente è completamente supportato, con novità importanti, tra cui l’utilizzo di Cortana, che si può sfruttare anche quando si lavora con le applicazioni Mac su OS X e Windows 10 non è l’OS in primo piano: è una novità assoluta per Parallels Desktop, così come è una vera novità sfruttare su Windows e sui programmi Windows l’ottima caratteristica di OS X Quick Look, anche utilizzando i touchpad in cui Force Touch di Apple è supportato. Il supporto per OS X El Capitan, invece, è necessariamente sperimentale, perchè la versione definitiva non è ancora stata rilasciata, è ovviamente garantito il supporto completo non appena OS X sarà aggiornato su tutti i Mac.

Parallels Desktop 11 supporta già Windows 10 e in fase sperimentale Mac OS X El Capitan
Parallels Desktop 11 – Supporta già Windows 10 e in fase sperimentale Mac OS X El Capitan

Altre novità di questa undicesima versione riguardano i controlli migliorati da Mac, che sulla finestra dell’applicazione evidenziano il pulsante dedicato per la modalità Coherence, il supporto di tutte le opzioni della stampante Mac, la creazione, tramite Nuovo Elemento, di nuovi file nelle app Windows (compresi i programmi Office Outlook, Word ed Excel), strumenti più potenti per associare i file in OS X, la possibilità di accedere direttamente alla partizione Windows Boot Camp, senza riavviare il Mac, quindi in pratica riutilizzando la partizione già creata con BootCamp come macchina virtuale (noi consigliamo oramai di lavorare sempre solo con macchine virtuali e non più con bootcamp considerata la maturità di questa tipologia di software).

Chi utilizza Parallels Dekstop 10 o la versione 9 può aggiornare il proprio software per 49 ,99 euro come contributo annuale, come abbonamento rinnovabile per avere sempre l’ultima versione, oppure in un’unica soluzione per avere un’unica versione del software.

Chi invece sceglie la versione Pro Edition ha in più a disposizione il plug-in di Microsoft Visual Studio, il supporto e l’integrazione con i principali strumenti per gli sviluppatori, come Docker, Visual Studio (plug-in), Chef e Jenkins, ma anche il supporto a Vagrant, il supporto per i servizi cloud, la possibilità di configurare 64 Gbyte di Ram contro gli 8 della versione Desktop e fino a 16 Cpu virtuali contro le 4 della versione standard, la possibilità di configurare reti virtuali e scenari virtuali di rete complessi, per testare il software anche in caso di instabilità di rete, e ancora l’accesso agli archivi in cloud tramite Dropbox e OneDrive for Business.

Windows-and-Mac-Apps-side-by-side-in-Parallels-Desktop-11
Parallels Desktop 11 e Coherence – Migliora ancora l’utilizzo di applicazioni Windows e Mac appaiate in Parallels-Desktop-11

Parallels Desktop 11 Pro Edition costa 99,99 euro all’anno ed è disponibile solo come subscription, prevede inoltre l’assistenza telefonica senza limitazioni, mentre nella versione standard da 79,99 euro (prezzo per una licenza del software quando non si può fare l’upgrade), si può usufruire dell’assistenza solo per i primi 30 giorni. La Pro Edition comprende un abbonamento anche a Parallels Access per accedere da remoto con il dispositivo mobile che si possiede al proprio Mac.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore