Passepartout punta ai piccoli (negozi e micro imprese) con soluzioni ad hoc

Strategie

A Passwor(l)d 2014, Passepartout lancia la sfida al canale, presenta soluzioni per il mondo retail e sta pensando a un modello distributivo via web per alcune soluzioni semplificate

Passepartout pensa alla media distribuzione organizzata (MDO) e lancia una soluzione ad hoc per la gestione integrata e completa dedicata a realtà medio piccole, specie locali, dotate di barriere casse e con uno o più punti vendita. Passpartout4

La soluzione è stata presentata a Passwor(l)d 2014 da Barbara Reffi, amministratore delegato di Passepartout, società con sede a San Marino. Punto focale della soluzione è la possibilità, per ogni cassa, di funzionare singolarmente, anche in assenza di connettività e di sincronizzare in tempo reale i dati con la postazione centrale ottenendo così la giacenza del proprio magazzino o di quello degli altri negozi, così come  informazioni sulle promozioni e l’anagrafica cliente.

Ora ci stiamo occupando dell’ampliamento della funzionalità legata al mondo retail. Con Retail MDO ci rivolgiamo ai singoli dettaglianti associati anche con più punti vendita con barriere cassa. Si tratta di un setttore in cui è possibile trovare spazio, per noi e per la nostra tecnologia avanzata. Retail – continua Reffi – è nato prima come semplice prodotto per negozi e, in seguito, sviluppato con Mexal e oggi possiamo venderli come iDesk”.Passpartout3

Passepartout ha lanciato anche un progetto di Franchising 2.0. Si tratta, in realtà, di un progetto ancora in fase di sviluppo ma, quando sarà ultimato amplierà e potenzierà le funzionalità già esistenti per la gestione del franchising e delle catene di negozi, rendendo ancora più potenti gli scambi con la sede centrale e aprendo la possibilità anche a negozi all’estero, con gestione multilingua di front office, back office, reportistica e conversione della valuta.

Stefano Franceschini, presidente Passepartout
Stefano Franceschini, presidente Passepartout

Durante l’evento, Stefano Franceschini, presidente di Passepartout, non ha perso occasione per sottolineare ai partner sia le dfiicoltà del momento, sia la necessità di poter cambiare anche il modo di lavorare. Secondo Franceschini, non si tratta di avere un prodotto migliore ma un approccio nuovo ai clienti, sfruttando per esempio il cloud per i commercialisti e invogliarli a considerare l’ipotesi di uno studio esteso. E Passepartout non ha escluso un intervento diretto su alcuni clienti che i partner non potranno o vorranno seguire.

Inoltre, un cenno a un’ipotesi su cui Passepartout sta lavorando e cioè una soluzione di vendita supportata dal web, una sorta di Mexal semplificato e limitato nelle funzionalità di cui potrebbe occuparsene direttamente. Si tratta di un mercato delle micro imprese, quelle che Passepartout, per voce di Corrado Rossi, direttore commerciale, non vuole più trascurare.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore