Passepartout: più brand e meno franchising

News

Stefano Franceschini, presidente di Passepartout, fa il punto sull’anno che sta per finire e sul rapporto con i partner alla luce del nuovo marketplace

Niente franchising ma fare brand. Questa è l’idea di rapporto tra Passepartout e i partner alla luce delle novità emerse durante l’ultima convention con i partner a Riccione.

Stefano Franceschini, presidente di Passepartout, sottolinea la parola brand come percezione di ‘un qualcosa in comune’. Quando Passepartout si affaccia sul mercato “c’è una individualità che emerge. Non vogliamo fare franchising ma avere una collaborazione costruttiva più stretta”. Franceschini torna sul concetto di ‘controllo su quel che succede’ e si domanda il perché alcuni partner vogliano lasciare i clienti. E’ per questo motivo che Passepartout vuole vederci sempre più chiaro e, a costo di sembrare un’intromissione, Passepartout vuole vederci chiaro. Con la presentazione del marketplace, l’azienda ha fatto un passo avanti anche nell’identificazione dei brand.

Stefano Franceschini
Stefano Franceschini

Se ne era già parlato durante Passwor[l]d 2016, la convention annuale dedicata al canale dei Partner che si è svolta a Riccione lo scorso giugno e oggi la società ha presentato la nuova soluzione Passcom per il Commercialista. Businesspass la soluzione gestionale Passepartout per il commercialista ha cambiato nome diventando Passcom. Il cambio del nome identifica immediatamente il mercato di destinazione ma sottolinea soprattutto l’importante evoluzione da Prodotto a Servizio. La soluzione è proposta, da ora in poi, solo in modalità Saas e l’utente può accedere direttamente al supporto  Passepartout per i Redditi ed il Bilancio.Passepartout 2016

Questa decisione trova motivazione nella esperienza maturata in questi anni che ha rilevato un differenziale di gradimento e di fidelizzazione nettamente a favore della soluzione in modalità SaaS per la facilità di aggiornamento, supporto e agevole migrazione dei nuovi clienti da soluzioni di altri fornitori.

Il supporto diretto di Passepartout per la componente Redditi e Bilancio, anche per i clienti dei  Partner, fornisce qualità e tempestività di servizio, grazie ad una struttura più organizzata e qualificata che può interagire direttamente con lo sviluppo software e contare su risorse adeguate anche nei picchi di attività in prossimità delle scadenze fiscali. Passcom in modalità SaaS è la soluzione più adeguata a supportare anche i clienti dei  Commercialisti che utilizzano funzionalità gestionali in modalità collaborativa con lo Studio, attraverso le Estensioni gestionali che il professionista può mettere a disposizione ai propri clienti. Questa impostazione è stata apprezzata anche dal  canale dei Partner che può così ottimizzare e condividere efficacemente le risorse e le competenze disponibili nel sistema Passepartout.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore