Pc e telefonia, cresce l’intenzione d’acquisto degli italiani

News

Da un lato Sirmi, impietosa con netbook e Pc, dall’altro Findomestic parla di ripresa delle intenzioni d’acquisto degli italiani per Pc e netbook

Mentre Sirmi fotografa il crollo dei netbook, e una gelata sul mercato Pc in Italia, da Findomestic arrivano segnali di fiducia su Pc e telefonia. Con l’avvicinarsi delle ferie, è in aumento la propensione all’acquisto di viaggi e vacanze ma, contemporaneamente cresce anche la voglia di comprare o ristrutturare casa, personal computer e telefoni cellulari.

Sono in lieve crescita le intenzioni di acquisto per i Pc con i loro accessori e periferiche (da 8,7% a 9,4%), ma anche per la telefonia (da 6,6% a 7,7%). Per i Pc la spesa massima media ipotizzata è di 559 euro (in crescita di 100 euro); per la seconda, invece, è di 182 euro, in aumento di 50 euro. Ma le intenzioni di acquisto del comparto del primo semestre 2011 sono in calo rispetto alla media del semestre precedente.

Tuttavia il grado di fiducia degli Italiani è ai livelli più bassi degli ultimi 24 mesi. Nel Nord Ovest e Centro Italia la fiducia risultava a maggio in leggera crescita. Il Nord Est in particolare, passa dal terzo valore più elevato degli ultimi 4 anni a uno dei più bassi affiancandosi al valore registrato nel Sud e le Isole.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore