Per Avaya l’indiretta rimane strategica

News

Funzionalità pacchettizzate riducono il numero di licenze: una modalità più semplice per i partner che vendono IP Office 5 nel mondo pmi

In occasione della presentazione di IP Office Release 5, indirizzata al mercato piccole e media impresa, Avaya ribadisce il suo impegno sul mercato dell’indiretta.  Il focus sui partner è stato particolarmente forte quest’anno, soprattutto perché la fascia di utenza media ha manifestato maggiore attenzione verso le tecnologie IP, non solo in un’ottica di risparmio dei costi ma anche per le applicazioni disponibili, sempre più scalabili.
Oggi lavoriamo con circa 100 reseller in tutta Italia. Anche se abbiamo una copertura maggiore al nord con ampi margini per crescere al sud – dichiara Vittorio Balestrini, channel sales director di Avaya Italia –. La release 5 rinnova la nostra attenzione verso il canale perché è una offerta semplificata anche dal punto di vista delle licenze software. Se prima era necessario proporre una licenza per qualsiasi funzionalità, oggi vendiamo pacchetti di funzionalità per facilitare l’adozione del sistema”.  In poche parole: non c’è più una singola licenza per applicazioni, ma accorpamenti di applicazioni pensate in base alla funzionalità richieste dall’utente (utilizzo in ufficio, in mobilità, in telelavoro…). 
IP Office Release 5 ha nuove funzionalità, gestisce fino a 384 utenti (contro i 272 della versione precedente), 32 siti in rete virtualizzati, e due bridge da 64 interlocutori per le video conferenze (il doppio rispetto al passato).

La lentezza del mercato italiano nel passare alle tecnologie IP è più accentuata rispetto ad altri paesi europei – precisa Gianluca Attura, amministratore delegato di Avaya Italia –. Il driver è spesso legato alla riduzione dei costi, ma è importante che le medie aziende capiscano che la tecnologia IP permette loro di acquisire  nuove tecnologie di indiscutibili vantaggi. In passato l’IP era considerata una tecnologia per grandi aziende, oggi le pmi hanno bisogno di acquisire tecnologie veloci, che permettano di risparmiare”.

Vittorio Balestrini, channel sales director di Avaya Italia

Anche le piccole aziende possono risparmiare attraverso l’IP. “Il partner è un giocoforza fondamentale in questa strategia – precisa Balestrini – che prevede un Business Partner Program e l’Avaya University”. Si tratta di un progetto di elearning tramite web che aggiorna i partner distribuiti lungo la penisola, equamente divisi tra partner tradizionali di telefonia e IT. Non è un caso che Avaya per il mondo pmi si avvale dei distributori Tecnocael, Imet e Fiore, mentre per il mondo enterprise di Wescom e Xerity.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore