Più tempo per versamenti e 730. Ecco le proroghe del fisco

News

Un decreto del Presidente del consiglio dei ministri del 13 maggio 2011 spiega tutte le proroghe legate ai versamenti delle imposte, ai termini per la presentazione del modello 730 e la trasmissione telematica

Versamenti di imposte dirette, dell’Irap e dell’acconto della cedolare secca prorogati senza spese. E’ questo uno degli effetti contenuti nel decreto del Presidente del consiglio dei ministri firmato il 13 maggio 2011che sposta dal 16 giugno al 6 luglio i termini di versamento.

Quest’anno la proroga riguarda indistintamente le persone fisiche mentre per tutti gli altri lo slittamento delle scadenze si riferisce solo alle attività interessate dagli studi di settore.

Per le stesse categorie di contribuenti sarà possibile versare le imposte dal 7 luglio al 5 agosto con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse.
L’Agenzia delle entrate specifica che sono stati allungati i termini entro i quali presentare il modello 730.

I contribuenti potranno consegnare il proprio modello al datore di lavoro entro il 16 maggio e ai Caf o ai professionisti abilitati entro il 20 giugno 2011.

Buone notizie anche per questi ultimi enti per i quali è stato previsto un differimento dal 30 giugno al 12 luglio 2011 per la trasmissione telematica del modello 730 presentato da dipendenti e pensionati.

Infine, il fisco, chiude un occhio ad agosto. Il decreto del presidente del consiglio dei ministri spiega che le scadenze in agenda tra il 1 e il 20 agosto sono spostate tutte a sabato 20 agosto e, automaticamente, slittano al 22 agosto, lunedì. Tutto questo, per consentire ai contribuenti di avere più tempo per effettuare i versamenti evitando i disagi del periodo estivo. In questa finestra temporale, spiega l’agenzia delle entrate, non rientrano i versamenti con la maggiorazione dello 0,40% che vanno eseguiti dal 7 luglio al 5 agosto.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore