Pmi attratte dall’Internet Banking. Ma le banche hanno qualche riserva

Strategie

Secondo l’ultimo studio di Efma e Finalta sul tema dello “Small Business Banking” , effettuato presso 70 banche in tutta Europa, sebbene in crescita l’appoccio a Internet delle Pmi, le banche non riescono a interpretare i rischi connessi

Le banche considerano strategiche le Pmi ma per gli stessi istituti di credito, in questo momento di mercato, è difficile interpretare rischi e costi associati a ciascun rapporto, ed esprimere modelli di servizio remunerativi e commisurati alle esigenze della clientela.

Dall’altro lato, fra le Pmi si fa sempre più strada il ricorso all’Internet Banking. Questo è in sintesi il responso dell’ultimo studio di Efma e Finalta sul tema dello “Small Business Banking” , effettuato presso 70 banche in tutta Europa.

In particolare, le banche sono spinte oggi a operare sul mercato delle Pmi con un approccio sempre più rivolto al cliente, attraverso la segmentazione della clientela e alla ricerca di efficienza, attraverso la revisione dei modelli di servizio, l’automazione della valutazione dei rischi e del monitoraggio del credito e l’utilizzo dei canali remoti, in particolare Internet.

Sono sempre di più le banche che utilizzano nei rapporti con le Pmi dei gestori dedicati che però, nella maggior parte dei casi sono ancora gravati da una pluralit