PrestaShop gira su 20 mila shop online italiani

Retail
0 3 Non ci sono commenti

Durante il PrestaShop Day è stata anche anticipata la prossima release del software – la versione 1.7 – che sarà commercialmente disponibile entro la fine dell’anno

PrestaShop annuncia di aver raggiunto 20 mila shop online italiani che hanno scelto questa piattaforma per la gestione del proprio e-commerce. Lo comunica l’azienda in occasione del PrestaShop Day, l’evento dedicato a scoprire le nuove frontiere del commercio digitale pensato per creare un forte network tra i vari professionisti del settore, condividere best practice e dati sull’evoluzione del mercato che si è tenuto oggi a Milano. L’e-commerce si conferma un mercato in forte ascesa nel nostro Paese. A confermarlo i dati presentati da Riccardo Mangiaracina, Direttore Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, che ha anticipato i primi risultati della ricerca lanciata dall’Osservatorio e-commerce B2C dell’Università. In particolare, il 2016 ha visto una crescita del mercato pari al 17% rispetto al 2015 e per quest’anno si prevede il raggiungimento di 19,3 miliardi di euro di vendite online.

uno scorcio della sala
uno scorcio della sala

Segno questo che il segmento dell’e-commerce può rappresentare un importante driver nello sviluppo e nell’incremento del business, sia che si tratti di grandi aziende consolidate ma anche di piccole o medie imprese di cui il nostro territorio è ricco. Ci stiamo avvicinando a uno dei periodi più caldi dell’anno, il Natale, in cui una piattaforma di e-commerce funzionante e ben strutturata può davvero fare la differenza.

Lo sanno bene colossi come Google, Facebook o PayPal intervenuti oggi all’incontro organizzato da PrestaShop ma anche realtà di nicchia e prettamente locali come Velasca, azienda che ha saputo unire tradizione e innovazione nella manifattura calzaturiera. È stata, infatti, proprio la scelta del carattere online a caratterizzare il business e il successo di questa realtà, permettendo di differenziare il proprio prodotto da quanto presente nei negozi fisici.

“La nostra l’ambizione è quella di coniugare innovazione e tradizione rigorosamente made in Italy. Questa idea si riflette chiaramente nella customer experience che offriamo attraverso il nostro negozio online lanciato nel 2013 utilizzando PrestaShop. Registriamo una crescita molto importante del nostro volume d’affari e abbiamo recentemente lanciato il nostro primo negozio fisico a Milano” ha affermato Enrico Casati, co-founder di Velasca.

A guidare l’ascesa di PrestaShop, utilizzato in più di 200 Paesi nel mondo, è sicuramente l’offerta di prodotto ma anche l’ampio ecosistema che mette a disposizione. Trattandosi di un sistema open source si avvale, infatti, di una community che conta oltre 1 milione di partecipanti, 240 agenzie web partner e 120 partner industriali, volta a collaborare ogni giorno per migliorare le funzionalità e le prestazioni della piattaforma PrestaShop.logo

Durante il PrestaShop Day è stata anche anticipata la prossima release del software – la versione 1.7 – che sarà commercialmente disponibile entro la fine dell’anno e che contribuirà a migliorare ulteriormente le funzionalità finora offerte dalla società.

Abbiamo registrato numeri da record: 1400 biglietti venduti, 28 speaker intervenuti, 14 workshop realizzati, tantissimi partner che ci hanno sostenuto. Non posso che essere più che orgoglioso ed entusiasta dell’esito di questo primo PrestaShop Day italiano” dichiara Luca Mastroianni, Country Manager PrestaShop Italia. “Come evidenziato dal Politecnico di Milano il business dell’ecommerce non è destinato a fermarsi e sarà sempre più un abilitatore dal momento che stiamo assistendo alla transizione online di un numero sempre maggiore di prodotti e servizi. Per essere innovativi questa è la strada e siamo fieri di poter supportare imprenditori lungimiranti che hanno visto e colto il valore aggiunto che la piattaforma PrestaShop offre. Stiamo lavorando strenuamente alla nuova release che sarà disponibile a breve e che nasce per rispondere alle specifiche esigenze del mercato, essendo sviluppata grazie al contributo di una community attiva e viva,” conclude Mastroianni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore